Significato Nomi e Onomastici

Significato dei nomi e onomastici

Lettera B
BABILA
Il nome deriva dal greco Babylas e significa "porta degli dei", antico nome della città di Babilonia. L'onomastico si festeggia il 24 gennaio in ricordo di San Babila, vescovo di Antiochia dal 237, martire sotto Decio nel 251. Il Santo è molto venerato a Milano.
 
BACCO
Il nome deriva dal latino bacchius a sua volta tratto dal greco bàkchos e significa "gridare, strepitare". L'onomastico viene festeggiato il 7 ottobre in onore di San Bacco, nobile romano che subì il martirio con San Sergio, anch'egli nobile romano, nel III secolo.
 
BALDASSARRE
Il nome è assiro e deriva da balats e usur che significano "Dio protegge la sua vita". L'onomastico si festeggia il 25 aprile in onore del beato Baldassarre, francescano di Mondovì. Con questo nome inoltre, si ricorda uno dei tre Re Magi.
 
BALDO
II nome deriva dall'antico danese bald e significa "audace, valoroso". Si festeggia l'onomastico il 15 settembre, in onore di San Baldo martire in Gallia, patrono dei figli adottivi e invocato soprattutto per mantenere 1'accordo in famiglia e in particolare tra i coniugi.
 
BALDOVINO
Il nome deriva dal longobardo che significa "audace amico". L'onomastico viene festeggiato il 21 agosto in ricordo di San Baldovino abate cistercense di San Pastore, vissuto nel XII secolo vicino a Rieti.
 
BAMBINA
Nome tipico italiano, e soprattutto lombardo Baldwin, è un nome augurale, affettivo, L'onomastico si festeggia il 1° novembre.
 
BARBARA
Deriva dal greco bàrbaros e significa "straniera". All'epoca romana tale nome veniva dato in senso dispregiativo alle serve. L'onomastico si festeggia il 4 dicembre in onore di Santa Barbara, cui storia commovente si fonde con la leggenda. Barbara infatti era la figlia di un uomo ricchissimo, nella Nicomedia del IX secolo, e il genitore l'aveva destinata in sposa ad un uomo che Barbara non amava. La fanciulla si rifiutò di maritarsi, respinse la religione paterna e si convertì al cristianesimo. Il padre furente la fece processare e condannare a morte. Lui stesso la decapitò ma, eseguita la sentenza, un fulmine si abbatté su di lui e lo uccise. Da allora Santa Barbara viene invocata contro il fulmine, considerata la "mala morte" in quanto non dà il tempo di pentirsi. E' anche protettrice di chi usa la polvere da sparo, chiusa insieme agli altri esplosivi nella Santabarbara. Inoltre la Santa è protettrice degli architetti, degli artiglieri, degli armaioli, dei cannonieri, dei campanari, dei carpentieri, dei minatori, dei pirotecnici, dei vigili del fuoco, degli ombrellai, dei tessitori, dei metallurgici e dei comuni di Amaroni e Rieti.
1 2 3 4 5 6

Indice Alfabetico

Torna alla HOME PAGE