PAROLE

FRASI (In blu le parole cliccabili)

SIMILI

1

Ciascuno molto facilmente frequenta i suoi simili. (Cicerone)

2

I piaceri del palato sono simili ai ladri egiziani, che strangolano con un abbraccio. (Seneca)

3

Il minimo dolore del nostro dito mignolo ci preoccupa e ci turba molto di più del massacro di milioni dei nostri simili (William Hazlitt)

4

L'uomo è un animale sociale che detesta i suoi simili. (Delacroix)

5

Noi siamo i soli [animali] che dobbiamo appartarci, nelle nostre azioni naturali, dai nostri simili. (Michel de Montaigne)

6

Per l'uomo non c'è altro inferno che la stupidità o la malvagità dei suoi simili. (Marchese de Sade)

7

Uno dei lati più spiacevoli della povertà è quello di renderci simili agli altri (Marziale)

SIMPATICHE

1

Ci sono simpatiche le persone che dicono francamente quello che pensano, a condizione che pensino lo stesso di noi. (M. Twain)

2

E' assurdo dividere le persone in buone e cattive. Le persone si dividono in simpatiche e noiose. (Wilde)

SIMPATICI

1

Gli animali sono amici così simpatici:non fanno domande, non muovono critiche (G.Eliot)

2

L'arte di riuscire simpatico consiste nel trovare simpatici gli altri. (William Hazlitt)

SIMPATICO

1

Chi sa ascoltare non soltanto è simpatico a tutti, ma dopo un po' finisce con l'imparare qualcosa. (Wilson Mizner)

2

L'arte di riuscire simpatico consiste nel trovare simpatici gli altri. (William Hazlitt)

3

Ogni tuo successo ti crea un nemico; per essere simpatico occorre essere mediocre. (O. Wilde)

SINCERI

1

Certe carezze ai sinceri fanno schifo, ai cauti paura (N. Tommaseo).

2

E' pericoloso essere sinceri, a meno che di essere anche stupidi (George Bernard Shaw)

3

Generalmente gli uomini non sono sinceri quando si tratta di argomenti sessuali. Essi non rivelano volentieri la loro sessualità, ma indossano un pesante cappotto (vera fabbrica di menzogne) per nasconderla, come se nel mondo del sesso facesse sempre brutto tempo. (S. Freud)

4

Gli uomini sono sempre sinceri. Cambiano sincerità, ecco tutto. (T. Bernard)

SINCERITÀ

1

Gli uomini sono sempre sinceri. Cambiano sincerità, ecco tutto. (T. Bernard)

2

Il segreto del successo è la sincerità. Se riesci a fingerla, ce l'hai fatta. (Arthur Bloch)

3

Il trattamento psicoanalitico poggia sulla sincerità. In essa risiede gran parte dell'effetto educativo e del valore etico della psicoanalisi, ed è pericoloso allontanarsi da questo fondamento. (S. Freud)

4

Il valore di un'idea non ha nulla a che vedere con la sincerità di chi la espone. (O. Wilde)

5

La sincerità della donna è la prova del suo totale disinteresse. (Helmar Nahr)

6

Nelle questioni importanti, lo stile e non la sincerità è la cosa vitale. (Oscar Wilde)

7

Non ferire mai tuo fratello con parole a doppio senso. Egli ti potrebbe rispondere allo stesso modo e perdereste entrambi l'orientamento dell'amore. Và da lui e con affettuosa sincerità ammoniscilo. Quando avrete rimosso la causa del disagio, sarete liberi tutt'e due dal turbamento e dall'amarezza. (Massimo il Confessore)

8

Un po' di sincerità è pericolosa, molta sincerità è addirittura fatale (Oscar Wilde)

SINCERO

1

E' sincero il dolore di chi piange in segreto (Marziale)

2

L'amore è sollecito, sincero e devoto; lieto e sereno; forte e paziente; fedele e prudente; longanime; virile e sempre dimentico di sé: ché, se uno cerca se stesso, esce fuori dall'amore. (T. da Kempis)

3

L'oblio delle offese è segno di sincero pentimento. Chi ne conserva il ricordo crede d'essere pentito, ma è simile a chi corre ... solo in sogno. (Giovanni Climaco)

4

Ogni uomo mente, ma dategli una maschera e sarà sincero.(Oscar Wilde)

5

Sii sincero o falso, poiché non puoi essere entrambi. (Inayat Khan)

SINGOLE

1

Non è bella la donna di cui si lodano le gambe o le braccia, ma quella la cui bellezza nel suo insieme distoglie dall'ammirare le singole parti. (Seneca)

2

Quando arrivano i dispiaceri, non arrivano come singole spie, ma in battaglioni. (William Shakespeare)

SINISTRA

1

La rivoluzione si fa a sinistra, i soldi si fanno a destra. (Marcello Marchesi)

2

La sinistra sono io. (Bettino Craxi)

3

Quando fai l'elemosina, non sappia la tua sinistra quel che fa la tua destra. (Matteo evangelista)

4

Se non si è di sinistra a vent'anni e di destra a cinquanta, non si è capito niente della vita. (Ennio Flaiano)

SINO

1

Lotta sino alla morte per la verità e il Signore Dio combatterà per te. (Siracide)

2

Signore Gesù, chiama qualcuno dei nostri giovani per consacrarlo tutto a te. Il tuo amore riscaldi la sua vocazione fin dal suo nascere e la faccia crescere e perseverare sino alla fine. (Giovanni Paolo II)

SINTOMO

1

Il primo sintomo della morte è la nascita. (Stanislaw J. Lec)

2

La corruzione è il sintomo più infallibile della libertà costituzionale. (Edward Gibbon)

3

Ogni trattamento psicoanalitico è un tentativo di liberare l'amore rimosso che ha trovato un misero sfogo nel compromesso di un sintomo. (S. Freud)

SIR

1

L'insopportabile fatica di non far niente. (Sir Richard Steele)

2

La vita sarebbe tollerabile se non fosse per i suoi divertimenti. (Sir George Cornewall Lewis)

3

Maggiore l'ignoranza, maggiore il dogmatismo. (Sir William Osler)

4

Nessun uomo è stimato per gli abiti sfarzosi, tranne che dai pazzi e dalle donne. (Sir Walter Ralegh)

5

Noi tutti ci affatichiamo contro la nostra stessa cura, perché la morte è la cura di tutti i mali. (Sir Thomas Browne)

6

Non giudicare il dramma prima che sia finito. (Sir John Davies)

7

Nulla accelera tanto la guarigione quanto le parcelle periodiche del medico. (Sir Alec Guinness)

8

Nulla è esente dal pericolo del cambiamento; la terra, i cieli, tutto il cosmo vi sono soggetti. (Sir Walter Ralegh)

9

Quando una donna vi ha donato il proprio cuore, non riuscirete più a sbarazzarvi del resto. (Sir John Vanbrugh)

10

Un ambasciatore è un uomo onesto mandato all'estero a dire bugie per il bene del suo paese. (Sir Henry Wotton)

SIRO

1

All'avaro manca tanto quello che ha quanto quello che non ha (Publilio Siro)

2

Alla povertà mancano molte cose, all'avarizia tutte. (Publilio Siro)

3

Dura è la povertà che nasce dalla ricchezza. (Publilio Siro)

4

Dà al povero due volte chi dà con prontezza. (Publilio Siro)

5

I piaceri più grandi disgustano se non c'è varietà. (Publilio Siro)

6

Il giorno dopo è discepolo di quello prima. (Publilio Siro)

7

L'avaro ha altrettanto bisogno di ciò che possiede che di quello che non possiede. (Publilio Siro)

8

L'uomo e la sorte la pensano sempre in modo diverso (Publilio Siro)

9

La buona occasione difficilmente si presenta e facilmente si perde (Publilio Siro)

10

La fortuna è come il vetro: più brilla, più è fragile. (Publilio Siro)

11

La fortuna è di vetro: più splende più è fragile (Publilio Siro)

12

La necessità non conosce altra legge che la conquista. (Publilio Siro)

13

La paura non ha mai portato nessuno alla vetta. (Publilio Siro)

14

La perdita di cui non ci si avvede non è una perdita. (Publilio Siro)

15

La sofferenza della mente è peggiore di quella del corpo. (Publilio Siro)

16

Mentre si perde tempo a decidere, spesso si perde l'occasione favorevole (Publilio Siro)

17

Nelle liti, chi perde è sempre la verità. (Publilio Siro)

18

Non c'è niente che il tempo non attenui o vinca. (Publilio Siro)

19

Non si può realizzare un guadagno senza che qualcun altro subisca una perdita. (Publilio Siro)

20

Non vi può essere guadagno di qualcuno senza la perdita di qualcun altro (Publilio Siro)

21

Ogni cosa ha il prezzo che il compratore è disposto a pagare per averla. (Publilio Siro)

22

Ogni cosa vale il prezzo che l'acquirente è disposto a pagare per averla (Publilio Siro)

23

Poter nuocere a qualcuno e non volerlo fare è un grandissimo titolo di merito (Publilio Siro)

24

Quando la fortuna lusinga, lo fa per tradire. (Publilio Siro)

25

Quando sei caduto una volta, è colpa tua se cadi di nuovo (Publilio Siro)

26

Quando si agisce cresce il coraggio, quando si rimanda cresce la paura. (Publilio Siro)

27

Saper rifiutare con gentilezza una richiesta è già un mezzo favore (Publilio Siro)

28

Si corrono grandissimi pericoli a voler custodire ciò che piace a molti (Publilio Siro)

29

Solitamente un solo istante restituisce ciò che molti anni hanno tolto (Publilio Siro)

30

Un pericolo non si supera mai senza pericolo. (Publilio Siro)

31

Una buona fama è un bene più sicuro del denaro. (Publilio Siro)

32

Vince, per sempre, chi è clemente con i vinti. (Publilio Siro)

SISTEMA

1

E' ridicolo correre verso la morte per stanchezza della vita, quando è il tuo sistema di vita che ti fa correre incontro alla morte. (Seneca)

2

Il caso è un Dio e sistema molte cose. (Menandro)

3

Il sistema monetario e finanziario mondiale si caratterizza per l'eccessiva fluttuazione dei metodi di scambio e di interesse, a detrimento della bilancia dei pagamenti e della situazione di indebitamento dei Paesi poveri. (Giovanni Paolo II)

4

Quel sistema di far trovare la pappa pronta ai giovani è quello che poi produce gli uomini senza nerbo, senza ripieghi, senza capacità di resistenza contro gli urti del mondo esterno. (M. D'Azeglio)

5

Se hai un sistema migliore insegnalo, altrimenti usa il mio. (Orazio Flacco)

SITUAZIONE

1

Il sistema monetario e finanziario mondiale si caratterizza per l'eccessiva fluttuazione dei metodi di scambio e di interesse, a detrimento della bilancia dei pagamenti e della situazione di indebitamento dei Paesi poveri. (Giovanni Paolo II)

2

L'infelicità di ciascun uomo è assolutamente eguale a quella di ciascun altro, in qualunque condizione o situazione si trovi questo o quello. E perciò, esattamente parlando, tanto gode e tanto pena il povero, il vecchio, il debole, il brutto, l'ignorante, quanto il ricco, il giovane, il forte, il bello, il dotto: perché ciascuno nel suo stato si fabbrica i suoi beni e i suoi mali (G. Leopardi).

3

La situazione dell'uomo nel mondo contemporaneo, infatti, sembra lontana dalle esigenze oggettive dell'ordine morale, come dalle esigenze della giustizia e, ancora più, dell'amore sociale. (Giovanni Paolo II)

4

Nel cammino dei Paesi sviluppati e in via di sviluppo si è verificata in questi anni una diversa velocità di accelerazione, che porta ad allargare le distanze. Così, i Paesi in via di sviluppo, specie i più poveri, vengono a trovarsi in una situazione di gravissimo ritardo. (Giovanni Paolo II)

5

Nessun gruppo sociale, per esempio un partito, ha diritto di usurpare il ruolo di guida unica perché ciò comporta la distruzione della vera soggettività della società e delle persone-cittadini, come avviene in ogni totalitarismo. In questa situazione l'uomo e il popolo diventano "oggetto", nonostante tutte le dichiarazioni in contrario e le assicurazioni verbali. (Giovanni Paolo II)

6

Non puoi restare sposato in una situazione in cui hai paura di addormentarti per l'eventualità che tua moglie ti tagli la gola. (Mike Tyson)

7

Qualunque ora lieta ti concedano gli dei, prendila con riconoscenza, non rimandarne di anno in anno le gioie, e si possa dire che in ogni situazione sei vissuto volentieri. (Orazio)

8

Si può giudicare del grado di civiltà di un popolo dalla situazione sociale della donna. (F. Sarmiento)

SITUAZIONI

1

Bisogna uscire dalla sacrestia, entrare nelle famiglie, stabilire dei contatti con l'umile gente lontana dalla Chiesa, in situazioni sociali di estrema miseria con orari di lavoro massacranti e salari da fame. (L. Dehon)

2

Non attendere una circostanza straordinaria per fare del bene: cerca di far uso delle situazioni normali. (Jean Paul Richter)

3

Ogni uomo la cui libido, come risultato di pratiche sessuali masturbatorie o perverse, si sia abituata alle situazioni e alle condizioni di soddisfazione anormali, sviluppa nel matrimonio minore potenza. (S. Freud)

SLANCI

1

Chi ragion vuol tutta gelo, senza slanci, senza affetto, tarpa l'ali all'intelletto, non s'innalza fino al ver. (S. Pellico)

2

Innalza spesso al Signore la tua mente, le tue lodi e le tue adorazioni! Trova slanci per queste elevazioni ovunque ed in ogni occasione. Tutto deve parlarti di Lui: il cielo, il mare, i fiori dei campi e le creature viventi sono opera Sua. (G. Nardi)

3

Quanto grande è la nostra miseria: il nostro corpo va soggetto a tutte le infermità, dolori e debolezze della vita; la nostra anima non riesce sempre ad avere slanci nel bene! Sono queste le conseguenze del peccato originale! Sii umile di cuore e sempre pronto a dominare le tue cattive inclinazioni. (G. Nardi)

SLEALE

1

Chi è sleale verso la verità lo è anche verso la menzogna. (Michel de Montaigne)

2

Posso sopportare la forza bruta, ma la ragione bruta è assolutamente insopportabile. C'è un che di sleale nel farne uso. È come tirare un colpo basso all'intelletto. (O. Wilde)

SMANIA

1

Dinanzi a Dio, il quale mi giudicherà per le mie azioni, che mi gioverebbe se io anche possedessi tutta la scienza del mondo, ma non avessi l'amore? Datti pace da una smania eccessiva di sapere: in essa, infatti, non troverai che sviamento grande ed inganno. (T. da Kempis)

2

Nell'umile è pace indefettibile; nel cuore del superbo sono, invece, continua smania e inquietudine. (T. da Kempis)

3

Non essere avidi è una ricchezza, non avere la smania di comprare è una rendita (Cicerone)

SMARRIRE

1

Abbi un cuore retto e sii costante, non ti smarrire nel tempo della seduzione. (Siracide)

2

L'archivio è il posto dove si possono smarrire le cose con ordine (Francis Thompson)

SMETTE

1

Il cuore è come una puttana: quando smette di battere è finita. (Anatolij Balàsz)

2

La gloria è simile a un cerchio d'acqua che non smette mai di allargarsi, fino a che si disperde in un nulla. (William Shakespeare)

3

Uno è solo, senza eredi, non ha un figlio, non un fratello. Eppure non smette mai di faticare, né il suo occhio è sazio di ricchezza: "Per chi mi affatico e mi privo dei beni?". Anche questo è vanità e un cattivo affannarsi. (Ecclesiaste)

SMETTERAI

1

La pazienza cresce col crescere dell'amore. Il prossimo lo sopportiamo nella misura in cui lo amiamo. Se smetti di amare, smetterai di sopportare. Chi meno amiamo, meno lo sopportiamo. (S. Gregorio Magno)

2

Non avrai più paura se smetterai di sperare. (Ecatone)

SMETTERE

1

Il ritardatario è un uomo che è puntuale in una cosa sola: nello smettere di lavorare (J.Garland Pollrd)

2

Non smettere mai di imparare e fa' in modo di accrescere sempre ciò che sai: raramente la saggezza è frutto solo della vecchiaia. (Catone)

3

Smettere di fumare è la cosa più facile che esista; lo so perché l'ho fatto un migliaio di volte (Mark Twain)

SMILES

1

Il debito annichilisce la stima che l'uomo deve avere di sé medesimo, lo pone in balia del suo bottegaio e lo rende schiavo per molti rispetti, essendoché ei non possa più vantarsi padrone di sé stesso e guardare in faccia al mondo (S. Smiles).

2

Il dolore senza dubbio ci è assegnato per divina disposizione al pari della gioia ed è un educatore molto più efficace. Esso purifica e rende più mite l'indole umana; insegna ad aver pazienza e rassegnazione, e suscita così i più profondi come i più alti pensieri. (S. Smiles).

3

La bellezza del volto è fuggevole, quella dell'intelletto, al contrario, acquista sempre nuove attrattive col volger degli anni (S. Smiles).

4

La Fortuna giace in letto, aspettando che il postino le porti la notizia di un'eredità; il Lavoro si leva alle sei e coll'opera della penna o del martello pone le fondamenta dell'agiatezza. La Fortuna piagnucola; il Lavoro zufola. La Fortuna fa assegnamento sul caso, il Lavoro sul carattere (S. Smiles).

SMITH

1

Con quello che non sai si farebbe un gran libro. (Sydney Smith)

2

Non c'è mobilio più incantevole dei libri. (Sydney Smith)

3

Non leggo mai un libro prima di recensirlo: ispira così tanti pregiudizi. (Sydney Smith)

4

Non sapete che, come dicono i Francesi, ci sono tre sessi - gli uomini, le donne e il clero. (Sydney Smith)

5

Un best-seller è la tomba dorata d'un talento mediocre. (Logan Pearsall Smith)

SOAVE

1

Il flauto e l'arpa rendono piacevole il canto, ma più ancora di essi una voce soave. (Siracide)

2

Molti si rovinano colla scelta sconsiderata degli amici e dei compagni. Non fate lega se non con quelli che vanno per la strada del bene. Gli altri vi pervertirebbero coi discorsi e cogli esempi; appassirebbero in voi il delicato fiore dell'innocenza, che sorge soave profumo sulla giovinezza (C. Cantù).

SOBRIETÀ

1

La perfetta ragione rifugge gli estremi e vuole che uno sia saggio con sobrietà. (Molière)

2

Non siate più saggi di quanto occorre, ma siate saggi con sobrietà. (Michel de Montaigne)

3

Se ti senti spinto dall'intemperanza, cibati della Carne e del Sangue di Cristo, che nella vita terrena praticò sì eccellentemente la sobrietà, e diventerai temperante. (S. Cirillo)

SOBRIO

1

L'amore è attento, umile e sicuro; non fiacco, non leggero, né intento a cose vuote; sobrio, casto, costante, quieto e vigilante nei sensi. L'amore è sottomesso, basso e disprezzato ai suoi propri occhi; devoto e grato a Dio. (T. da Kempis)

2

Quello che sta nel cuore del sobrio è sulla lingua dell'ubriaco (Plutarco)

SOCCORSO

1

Chi si affida per aiuto all'improbo, mentre cerca soccorso, trova la sua rovina. (Fedro)

2

Gli italiani sono sempre pronti a correre in soccorso dei vincitori. (E. Flaiano)

SOCIALE

1

Anche il povero ha una precisa funzione nella vita sociale: permettere al ricco l'esercizio della generosità. (Jean Paul Sartre)

2

L'ignorante non è solo zavorra, ma pericolo della nave sociale. (Cesare Cantù)

3

L'uomo è un animale sociale che detesta i suoi simili. (Delacroix)

4

La situazione dell'uomo nel mondo contemporaneo, infatti, sembra lontana dalle esigenze oggettive dell'ordine morale, come dalle esigenze della giustizia e, ancora più, dell'amore sociale. (Giovanni Paolo II)

5

Nessun gruppo sociale, per esempio un partito, ha diritto di usurpare il ruolo di guida unica perché ciò comporta la distruzione della vera soggettività della società e delle persone-cittadini, come avviene in ogni totalitarismo. In questa situazione l'uomo e il popolo diventano "oggetto", nonostante tutte le dichiarazioni in contrario e le assicurazioni verbali. (Giovanni Paolo II)

6

Si può giudicare del grado di civiltà di un popolo dalla situazione sociale della donna. (F. Sarmiento)

SOCIALI

1

Bisogna uscire dalla sacrestia, entrare nelle famiglie, stabilire dei contatti con l'umile gente lontana dalla Chiesa, in situazioni sociali di estrema miseria con orari di lavoro massacranti e salari da fame. (L. Dehon)

2

Dio v'ha fatti sociali e progressivi. Voi, dunque, avete il dovere d'associarvi e di progredire quanto comporta la sfera d'attività nella quale le circostanze vi collocarono, e avete diritto che la società alla quale appartenete non vi impedisca nella vostra opera di associazione e di progresso (G. Mazzini).

3

Il vero sviluppo non può consistere nella semplice accumulazione di ricchezza e nella maggiore disponibilità dei beni e servizi, se ciò si ottiene a prezzo del sottosviluppo delle moltitudini, e senza la dovuta considerazione per le dimensioni sociali, culturali e spirituali dell'essere umano. (Giovanni Paolo II)

4

La buona condotta del padre e della madre, gli esempi sani e continui di onestà e di armonia, di decenza e di buone regole sociali, concorrono coll'educazione della scuola a formare definitivamente il carattere buono nel giovanetto. (G. Sergi).

5

La distinzione delle classi sociali, come la intendono i nobili che danno un valore al titolo, non esiste più. L'intelligenza governa e governerà irresistibilmente per l'avvenire (M. Lesiona)

SOCIETÀ

1

Chiunque sia in grado di penetrare le cause determinanti delle malattie nervose si convincerà presto che il loro aumento nella nostra società deriva dall'intensificazione delle restrizioni sessuali. (S. Freud)

2

Ciò che rende gli uomini socievoli è la loro incapacità di sopportare la solitudine e se stessi. Sono il vuoto interiore, la noia a spingerli a frequentare la società. (Schopenhauer)

3

Dio v'ha fatti sociali e progressivi. Voi, dunque, avete il dovere d'associarvi e di progredire quanto comporta la sfera d'attività nella quale le circostanze vi collocarono, e avete diritto che la società alla quale appartenete non vi impedisca nella vostra opera di associazione e di progresso (G. Mazzini).

4

Gli altri sono veramente terribili. La sola società accettabile è quella di noi stessi. (Oscar Wilde)

5

I mezzi tecnici a disposizione della civiltà odierna celano non soltanto la possibilità di un'autodistruzione per via di un conflitto militare, ma anche la possibilità di un soggiogamento "pacifico" degli individui, degli ambiti di vita, di società intere e di nazioni, che per qualsiasi motivo possono riuscire scomodi per coloro i quali dispongono dei relativi mezzi e sono pronti a servirsene senza scrupolo. (Giovanni Paolo II)

6

Il carattere è tutto l'uomo: nulla di buono può aspettarsi dagli individui, dalle famiglie, dalle nazioni, dalle società, che non siano fornite di carattere (R. Ardigò).

7

Il costituirsi della coscienza è, in fondo, l'incorporazione delle critiche dei genitori in un primo momento, e di quelle della società poi. (S. Freud)

8

Il timore della società, che è il fondamento della morale, il terrore di Dio, che è il segreto della religione, sono le due cose che ci governano. (O. Wilde)

9

Io esecro l'anarchia, perché è lo smembramento della società incivilita; io aborro la demagogia, perché essa è l'onta del popolo e lo scandalo della libertà (Lamartine).

10

L'abbigliamento è l'espressione della società. (Balzac)

11

L'attenzione deve portarsi su tutti i soggetti, esterni ed interni. Chi non osserva sé non gl'importa degli altri. Volete non annoiarvi in una società, in un viaggio, nella solitudine? Fate attenzione a tutto. (C. Cantù).

12

L'idea di chi vorrebbe, in nome della libertà, fondare l'anarchia e cancellar la società per non lasciare che l'individuo coi suoi diritti, non ha bisogno di confutazioni da me: tutto il mio lavoro combatte quel sogno colpevole che rinnega progresso, doveri, fratellanza umana, solidarietà di nazioni (G. Mazzini).

13

L'interesse e la paura sono i principi della società. (Hobbes)

14

L'ordine non è una pressione imposta alla società dal di fuori, ma un equilibrio instaurato dal di dentro. (José Ortega y Gasset)

15

La buona società londinese conta migliaia di donne rimaste per loro libera scelta trentacinquenni per anni e anni (Oscar Wilde)

16

La natura ha fatto l'uomo felice e buono, ma la società lo deprava e lo rende miserabile (Jean-Jacqques Rousseau)

17

La negazione o la limitazione dei diritti umani--quali, ad esempio, il diritto alla libertà religiosa, il diritto di partecipare alla costruzione della società, la libertà di associarsi, o di costituire sindacati, o di prendere iniziative in materia economica-- non impoveriscono forse la persona umana altrettanto, se non maggiormente della privazione dei beni materiali? (Giovanni Paolo II)

18

La società perdona spesso il criminale; non perdona mai il sognatore. (Oscar Wilde)

19

Le discordie fraterne sono la prima pietra di distruzione gettata contro l'edificio della società, una delle maggiori nequizie della famiglia. Peggio ancora se le contese tra fratelli non fossero solo dissidenze di carattere, ma fossero prodotte da calcoli d'interesse. (P. Mantegazza)

20

Le donne fini credono che una cosa non esista affatto, quando non è possibile parlarne in società. (Friedrich Nietzsche)

21

Le forze motrici dell'arte sono gli stessi conflitti che portano altri individui alla nevrosi e che hanno indotto la società ad edificare le sue istituzioni. (S. Freud)

22

Nessun gruppo sociale, per esempio un partito, ha diritto di usurpare il ruolo di guida unica perché ciò comporta la distruzione della vera soggettività della società e delle persone-cittadini, come avviene in ogni totalitarismo. In questa situazione l'uomo e il popolo diventano "oggetto", nonostante tutte le dichiarazioni in contrario e le assicurazioni verbali. (Giovanni Paolo II)

23

Ogni società ha il tipo di criminali che si merita. (Robert F. Kennedy)

24

Se il giornalismo vuol essere una potenza accettata da tutti, conviene che rappresenti l'opinione pubblica, quando è giusta e ragionevole; e sappia anche ricondurla sul buon cammino quando si svia; conviene si faccia, prima di tutto, sostenitore e vindice di quei principi elementari di giustizia e di onestà, che sono anteriori a tutti i codici e sono i soli e veri cardini della società umana (M. D'Azeglio).

25

Uno sviluppo soltanto economico non è in grado di liberare l'uomo, anzi, al contrario, finisce con l'asservirlo ancora di più. Uno sviluppo, che non comprenda le dimensioni culturali, trascendenti e religiose dell'uomo e della società nella misura in cui non riconosce l'esistenza di tali dimensioni e non orienta ad esse i propri traguardi e priorità, ancor meno contribuisce alla vera liberazione. (Giovanni Paolo II)

SOCRATE

1

Bisogna mangiare per vivere, non vivere per mangiare. (Socrate)

2

C'è un solo bene: il sapere. E un solo male: l'ignoranza (Socrate)

3

Chi vuol muovere il mondo, prima muova se stesso (Socrate)

4

Il linguaggio è lo specchio dell'anima: qual è la vita, tale il parlare. (Socrate)

5

Io so di non sapere (Socrate)

6

Io stimo che il non aver bisogno di niente sia cosa divina, e aver bisogno di quante meno cose si può, essere cosa prossima alla divinità (Socrate).

7

L'esser contenti è una ricchezza naturale, il lusso è una povertà artificiale. (Socrate)

8

La felicità è sempre soggetta all'invidia: la sola miseria non è invidiata da nessuno. (Socrate)

9

Per Socrate l'amore è desiderio di generazione con la mediazione della bellezza. (Michel de Montaigne)

10

Praticare il bene è un affare. Se l'uomo non lo persegue è solo perché non ha la minima idea di dove si trovi il bene. Pertanto non è malvagio ma ignorante. (Socrate)

11

Saggio è colui che sa di non sapere. (Socrate)

12

Socrate, il più sapiente degli uomini, piuttosto che adulare i suoi concittadini (che erano ben altra cosa che i nostri d'ora), scelse di morire; ma la sua memoria non morirà mai. (G. Giusti)

13

Sono un cittadino, non di Atene o della Grecia, ma del mondo. (Socrate)

14

Una vita senza ricerca non e' degna di essere vissuta. (Socrate)

SODDISFA

1

Del frutto della sua bocca l'uomo mangia ciò che è buono; l'appetito dei perfidi si soddisfa con i soprusi. (Salomone)

2

Mi pento raramente, e la mia coscienza si soddisfa da sé. (Michel de Montaigne)

SODDISFARE

1

Ci sono due tragedie nella vita: non riuscire a soddisfare un desiderio e soddisfarlo. (Oscar Wilde)

2

La sola differenza che c'è tra schiavo e animale è che gli animali obbediscono non indotti dalla ragione, ma dalle percosse; tuttavia l'utilità che si ricava sia dagli uni che dagli altri è poco diversa, perché tanto gli schiavi quanto gli animali domestici ci aiutano col corpo a soddisfare i nostri bisogni. (Aristotele)

3

Non garantire oltre la tua possibilità; se hai garantito, preòccupati di soddisfare. (Siracide)

SODDISFARLO

1

Ci sono due tragedie nella vita: non riuscire a soddisfare un desiderio e soddisfarlo. (Oscar Wilde)

2

Il desiderio non può, per la sua stessa natura, essere soddisfatto, ma la maggior parte degli uomini vive solo per soddisfarlo. (Aristotele)

3

Il modo più efficace per far cessare l'amore è quello di soddisfarlo. (P. Marivaux)

4

L'eccesso e la sregolatezza del nostro desiderio supera tutte le invenzioni che noi cerchiamo per soddisfarlo. (Michel de Montaigne)

5

Quando hai fatto un voto a Dio, non indugiare a soddisfarlo, perché egli non ama gli stolti: adempi quello che hai promesso. E' meglio non far voti, che farli e poi non mantenerli. (Ecclesiaste)

SODDISFATTO

1

Il desiderio non può, per la sua stessa natura, essere soddisfatto, ma la maggior parte degli uomini vive solo per soddisfarlo. (Aristotele)

2

Nessuno è mai soddisfatto della sua condizione. (Orazio)

3

Quando la si desidera, una cosa sembra straordinaria, ma dopo averla ottenuta nessuno è soddisfatto. (Seneca)

4

Un'attesa troppo prolungata fa male al cuore, un desiderio soddisfatto è albero di vita. (Salomone)

SODDISFAZIONE

1

Finché ho un desiderio, ho una ragione per vivere. La soddisfazione è la morte. (George Bernard Shaw)

2

Il medico ha spesso occasione di notare che il dolore del figlio per la perdita del padre non riesce a soffocare la soddisfazione per aver infine conseguito la sua libertà. (S. Freud)

3

Il traguardo si allontana sempre da noi. Quanto più progrediamo tanto più conosciamo la nostra indegnità. La soddisfazione sta nello sforzo, non nel conseguimento. Lo sforzo totale è vittoria totale. (Gandhi)

4

La soddisfazione sessuale è senza dubbio il miglior soporifico, e quasi sempre l'insonnia è dovuta alla mancanza di soddisfazione. (S. Freud)

5

Ogni uomo la cui libido, come risultato di pratiche sessuali masturbatorie o perverse, si sia abituata alle situazioni e alle condizioni di soddisfazione anormali, sviluppa nel matrimonio minore potenza. (S. Freud)

6

Se ti concedi la soddisfazione della passione, essa ti renderà oggetto di scherno ai tuoi nemici. (Siracide)

7

Vi sono due amicizie false e una vera. E' falsa quell'amicizia che si basa sui vantaggi che si possono trarre dall'amico. Più falsa è l'amicizia che non cerca che il diletto e la propria soddisfazione. La vera amicizia si fonda invece su ciò che è bene per entrambi gli amici. (Alberto Magno)