PAROLE

FRASI (In blu le parole cliccabili)

MAIALE

1

La patria di un maiale è dappertutto dove ci sono ghiande. (François Fénelon)

2

Si dice che inscatolare il maiale è in America la professione più lucrosa, dopo la politica. (O. Wilde)

MAILER

1

Chi vuol bene alla gente, le proibisca qualcosa affinché goda della trasgressione. (Norman Mailer)

2

La punizione del successo consiste nel fatto di dover frequentare delle persone che prima si potevano evitare. (N. Mailer)

MAISTRE

1

Non so cosa sia la vita di un mascalzone, non lo sono mai stato; ma quella di un uomo onesto è abominevole. (Joseph de Maistre)

2

Ogni nazione ha il governo che si merita. (Joseph Maistre)

MAL

1

Buon tempo e mal tempo non dura tutto il tempo. (G. Verga)

2

Chi mal si marita non esce mai di fatica. (Proverbio)

3

Figlio, non sopportare di mal animo se certuni danno un cattivo giudizio su di te e dicono, nei tuoi confronti, parole che non ascolti con piacere. Il tuo giudizio su te stesso deve essere ancora più grave; devi credere che non ci sia nessuno più debole di te. (T. da Kempis)

4

Sempre la confusion delle persone / principio fu del mal delle cittadi. (Dante).

MALATI

1

La coscienza ci rende tutti malati di egotismo. (O. Wilde)

2

La morte ingrata ha ucciso anche me, che ero medico, dimenticando quanti malati io le consegnai... (Iscrizione funeraria romana)

3

Non viene dall'esterno il nostro male: è dentro di noi, sta nelle stesse nostre viscere e, perciò, difficilmente possiamo guarire: ignoriamo di essere malati. (Seneca)

4

Tutti i malati ossessivi sono superstiziosi e in genere contro la loro stessa convinzione. (S. Freud)

5

Una gran parte di quello che i medici sanno è insegnato loro dai malati. (Proust)

MALATO

1

Chi non sente il suo male è tanto più malato. (Pierre Corneille)

2

Il medico si trova un passo avanti al malato. I due si inseguono lungo il medesimo sentiero, finché non si incontreranno alla meta prefissata. (S. Freud)

3

La democrazia funziona quando a decidere sono in due e uno è malato.(Winston Churchill)

4

La lucerna del corpo è l'occhio; se dunque il tuo occhio è chiaro, tutto il tuo corpo sarà nella luce; ma se il tuo occhio è malato, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra! (Gesù)

5

Meglio un povero di aspetto sano e forte che un ricco malato nel suo corpo. (Siracide)

6

Nella patologia nervosa, un medico che non dice troppe stupidaggini è un malato guarito per metà. (Marcel Proust)

7

Non indugiare a visitare un malato, perché per questo sarai amato. (Siracide)

8

Umìliati, prima di cadere malato, e quando hai peccato, mostra il pentimento. (Siracide)

MALATTIA

1

Diceva Solone che il mangiare era, come altri farmaci, una medicina contro la malattia della fame. (Michel de Montaigne)

2

In casa stringi, in viaggio spendi, in malattia spandi. (Proverbio)

3

In tutte le azioni sii moderato e nessuna malattia ti coglierà. (Siracide)

4

L'amore è una malattia inesorabile, per di più contagiosa. (Disraeli)

5

L'interesse per la malattia e la morte è sempre e soltanto un'altra espressione dell'interesse per la vita (Thomas Mann)

6

La malattia si avverte, la salute poco o punto. (Michel de Montaigne)

7

La noia è una malattia di cui il lavoro è un rimedio; il piacere è soltanto un palliativo. (Duca di Lévis)

8

La psicanalisi è quella malattia mentale in cui si ritiene di essere la terapia (Karl Kraus)

9

La psicoanalisi è quella malattia mentale di cui ritiene di esserne la terapia (Karl Kraus)

10

La vecchiaia è una malattia inguaribile. (Seneca)

11

La vita e' una malattia a trasmissione sessuale; ed ha un tasso di mortalità del 100 per cento! (R.D. Laing)

12

Meglio la morte che una vita amara, il riposo eterno che una malattia cronica. (Siracide)

13

Non gonfiarti per la prestanza e la bellezza del tuo corpo; alla minima malattia esse si guastano e si deturpano. (T. da Kempis)

14

Quasi tutti i dottori hanno la loro malattia preferita. (Henry Fielding)

15

Riceviamo dalla nostra famiglia così le idee di cui viviamo come la malattia di cui moriremo. (Marcel Proust)

16

È lecito pensare che la volontà di guarire o il desiderio di morire non siano irrilevanti per l'esito di casi gravi ed incerti di malattia. (S. Freud)

MALATTIE

1

Carcere, malattie e necessità, si conosce l'amistà. (G. Verga)

2

Chiunque sia in grado di penetrare le cause determinanti delle malattie nervose si convincerà presto che il loro aumento nella nostra società deriva dall'intensificazione delle restrizioni sessuali. (S. Freud)

3

Ci sono malattie così strane che, per capirne la natura, è necessario subirne personalmente il decorso. (O. Wilde)

4

Il più sicuro mezzo di trovarsi pago del proprio stato è quello di paragonarsi ad altri più infelici; cosi, quando penso al numero prodigioso di malattie terribili alle quali il corpo umano è soggetto, ho per gran ventura che a me non ne siano toccate in sorte che tre (B. Franklin).

5

La morte è l'ultimo medico delle malattie. (Sofocle)

6

Le bestie ci mostrano a sufficienza quante malattie ci procuri l'agitazione del nostro spirito. (Michel de Montaigne)

7

Le nostre malattie sono nuove, come nuovo è il nostro genere di vita. (Seneca)

8

Se tra i genitori avvengono liti o se il matrimonio è infelice, per i bambini sarà preparato il terreno per la più grave predisposizione ai disturbi dello sviluppo sessuale o alle malattie nevrotiche. (S. Freud)

9

Tutte le malattie son prese per peste: non ci si dà la briga di esaminarle. (Michel de Montaigne)

MALDICENTE

1

Il maldicente danneggia se stesso e sarà detestato dal suo ambiente. (Siracide)

2

Maldicente, poni un freno / alla lingua serpentina, / se non vuoi col tuo veleno / fabbricar la tua rovina. (A. M. Pagnone)

MALE

1

A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina. (Giulio Andreotti)

2

Ascolta la voce della tua coscienza, che ti dice di fare il bene e di evitare il male. Prima di agire, interroga questo giudice infallibile, che hai dentro di te. (G. Nardi)

3

Basta una stilla di male per gettare un'ombra infamante su qualunque virtù. (Shakespeare)

4

Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. (Gesù)

5

C'è un solo bene: il sapere. E un solo male: l'ignoranza (Socrate)

6

Chi non conosce il male non ne sospetta alcuno. (Ben Jonson)

7

Chi non punisce il male, comanda che si faccia. (Leonardo Da Vinci)

8

Chi non sente il suo male è tanto più malato. (Pierre Corneille)

9

Chi teme il Signore non incorre in alcun male, se subisce tentazioni, ne sarà liberato di nuovo. (Siracide)

10

Chi è morto non sente nessun male: se lo sente non è morto. (Seneca)

11

Ci sono caratteri che per star bene devono far star male gli altri. (Alessandro Morandotti)

12

Ciò che si fa per amore lo si fa sempre al di là del bene e del male. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)

13

Colui che sorride quando le cose vanno male ha pensato a qualcuno cui dare la colpa. (Jones)

14

Dal cicalar son nati molti errori, / molti scandali usciti e molto male: / pochi si son del silenzio pentiti, dell'aver troppo parlato infiniti (F. Berni)

15

Dei piaceri e dei beni che possediamo non ce n'è alcuno esente da qualche mescolanza di male e di danno. (Michel de Montaigne)

16

Della nostra esistenza buona parte si dilegua nel fare il male, la maggior parte nel non far niente e tutta quanta nell'agire diversamente dal dovuto. (Seneca)

17

Dio non può fare anche il male, perché non può volerlo, essendo bontà infinita; ma lo tollera per lasciar libere le creature, sapendo poi ricavare il bene anche dal male. (Catechismo di S. Pio X)

18

E' men male l'agitarsi nel dubbio, che il riposar nell'errore (Alessandro Manzoni)

19

E' un divertimento per lo stolto compiere il male, come il coltivar la sapienza per l'uomo prudente. (Salomone)

20

I buoni e i grandi cercano il bene nel male; i tristi e i mediocri cercano il male nel bene. (N. Tommaseo)

21

I parenti sono come le scarpe: più sono stretti e più fanno male. (Totò)

22

I politici fanno già tanto di buono quando non fanno nulla di male. (Henri Troyat)

23

Il bisogno è un male, ma non c'è alcun bisogno di vivere nel bisogno (Epicuro)

24

Il buon senso è come un cannocchiale che fa vedere da lontano il bene e il male (Cesare Cantù)

25

Il male non consiste nell'"avere" in quanto tale, ma nel possedere in modo irrispettoso della qualità e dell'ordinata gerarchia dei beni che si hanno. Qualità e gerarchia che scaturiscono dalla subordinazione dei beni e dalla loro disponibilità all'"essere" dell'uomo ed alla sua vera vocazione. (Giovanni Paolo II)

26

Il male si riverserà su chi lo fa, egli non saprà neppure da dove gli venga. (Siracide)

27

Il male sopportato con ragionevolezza e calma è già diminuito della metà, mentre l'impazienza raddoppia tutti i pesi, infistolisce tutte le piaghe (C. Cantù).

28

Il male è talvolta un bene per l'uomo. (Michel de Montaigne)

29

Il non avere alcun male è il maggior bene che l'uomo possa sperare. (Michel de Montaigne)

30

Il più vecchio e più noto male è sempre più sopportabile del male recente e non messo alla prova. (Michel de Montaigne)

31

In realtà non c'è nessun male che non abbia qualcosa di buono (Plinio il vecchio)

32

L'allegria è d'ogni male il rimedio universale. (G. Perego)

33

L'esercizio fisico, anche quando è imposto, non fa nessun male al corpo, ma la conoscenza acquisita per forza non ha presa sulla mente (Platone)

34

L'istruzione, come la ricchezza, può essere sorgente di bene e di male, a seconda delle intenzioni colle quali s'adopera: consacrata al progresso di tutti, è mezzo d'incivilimento e di libertà; rivolta all'utile proprio, diventa mezzo di tirannide e di corruttela (G. Mazzini).

35

L'uomo perfetto non cerca soltanto di astenersi dal male. E neanche di fare il bene per timore del castigo. Né di avere un buon comportamento per la speranza della ricompensa promessa. L'uomo perfetto fa il bene per amore. (Clemente Alessandrino)

36

L'uomo può, ossia è capace di fare anche il male; ma non lo deve fare, appunto perché è male; la libertà deve usarsi solo per il bene. (Catechismo di S. Pio X)

37

La buona educazione consiste nel nascondere quanto bene pensiamo di noi stessi e quanto male degli altri (Mark Twain)

38

La carità non è ambiziosa, non rivendica ciò che non è suo, non è iraconda, non pensa male. Non gode del trionfo sull'iniquità, si rallegra invece del trionfo della verità. Tutto sopporta, tutto crede, tutto spera, tutto si addossa. (S. Paolo)

39

La donna è sempre un male, se sciocca o, peggio, se intelligente. (Euripide)

40

La donna è un male necessario. (Aulo Gellio)

41

La ragione è per l'uomo un male necessario. (N. de Chamfort)

42

La sventura non guarisce il superbo, perché la pianta del male si è radicata in lui. (Siracide)

43

La vecchiaia non è così male se considerate l'alternativa. (Maurice Chevalier)

44

La vita per sé stessa non è né bene, né male: è il posto del bene e del male secondo che voi ad essi lo diate. (Michel de Montaigne)

45

La vita è un male a cui il sonnosollievo per otto ore al giorno. (Nicolas-Sébastien Roch de Chamfort)

46

Mai si fa il male così pienamente e con allegria, come quando lo si fa per coscienza (Blaise Pascal)

47

Molti, non appena accade qualcosa di male, si fanno tosto impazienti e perdono la buona volontà. Ma le vie dell'uomo non dipendono sempre da lui. E' Dio che può dare e consolare, quando vuole e quanto vuole e a chi egli vuole; nella misura che gli piacerà e non di più. (T. da Kempis)

48

Nessun male è grande se è l'ultimo. (Seneca)

49

Nessun male è onorevole: la morte lo è, essa dunque non è un male! (Zenone)

50

Nessun piacere è di per sé un male, ma i mezzi con cui gli uomini si procurano certi piaceri portano più dolori che gioie. (Epicuro)

51

Nessun uomo è giustificato a fare il male per motivi di convenienza. (Theodore Roosevelt)

52

Nessuno è esente dal dir sciocchezze. Il male è dirle con pretenzione. (Michel de Montaigne)

53

Noi abbiamo più buon senso quando le cose vanno male: quando vanno a gonfie vele, ci tolgono la capacità di intendere. (Seneca)

54

Non c'è male all'infuori della colpa. (Marco Tullio Cicerone)

55

Non c'è niente di male nella vita per colui che ha capito che la privazione della vita non è male. (Michel de Montaigne)

56

Non c'è persona al mondo, anche se è un re o un papa, che non abbia qualche tribolazione o afflizione. E chi è dunque che ha la parte migliore? Senza dubbio colui che è capace di sopportare qualche male per amore di Dio. (T. da Kempis)

57

Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene o scritti male (Oscar Wilde)

58

Non esistono libri morali o immorali. I libri sono scritti bene o scritti male. Questo è tutto. (O. Wilde)

59

Non fare attenzione a tutte le dicerie che si fanno, per non sentir che il tuo servo ha detto male di te, perché il tuo cuore sa che anche tu hai detto tante volte male degli altri. (Ecclesiaste)

60

Non fare il male, perché il male non ti prenda. (Siracide)

61

Non fidarti delle donne quando ammettono il male. (Cesare Pavese)

62

Non importa morire presto o tardi, ma morire bene o male; morire bene significa sfuggire al pericolo di vivere male. (Seneca)

63

Non si fa mai il male così pienamente e così allegramente come quando lo si fa per coscienza. (Blaise Pascal)

64

Non tramare il male contro il tuo prossimo mentre egli dimora fiducioso presso di te. (Salomone)

65

Non viene dall'esterno il nostro male: è dentro di noi, sta nelle stesse nostre viscere e, perciò, difficilmente possiamo guarire: ignoriamo di essere malati. (Seneca)

66

Non è difficile per un uomo fare qualche buona azione; il difficile è agir bene tutta la vita, senza mai far nulla di male (Mao Tse-tung)

67

Non è solo dei ricchi il piacere di vivere, e chi è nato e morto sconosciuto non per questo ha vissuto male. (Orazio)

68

Per quanto male un uomo possa pensare delle donne, non c'è donna che non ne pensi ancor peggio di lui. (Nicolas-Sébastien Roch de Chamfort)

69

Perché il male trionfi basta che i brav'uomini non facciano niente. (Edmund Burke)

70

Perché una pena ottenga il suo effetto, basta che il male della pena ecceda il bene del delitto (C.Beccaria)

71

Purtroppo, degli altri spesso pensiamo e parliamo più facilmente male che bene: tale è la nostra miseria. Quelli che vogliono essere perfetti non credono scioccamente all'ultimo che parla, giacché conoscono la debolezza umana, portata alla malevolenza e troppo facile a blaterare. (T. da Kempis)

72

Qualunque cosa vada male, c'è sempre qualcuno che l'aveva detto. (A. Bloch)

73

Quelli che impiegano male il loro tempo sono i primi a lamentarsi che passi troppo in fretta. (Jean de La Bruyère)

74

Quelli che vivono nel male trasformano in strumenti di malizia anche i cosiddetti beni. Quelli che amano la virtù trasformano i supposti mali in mezzi di autentica sapienza. (Teodoreto)

75

Questo è il male in tutto ciò che avviene sotto il sole: una medesima sorte tocca a tutti e anche il cuore degli uomini è pieno di male e la stoltezza alberga nel loro cuore mentre sono in vita, poi se ne vanno fra i morti. (Ecclesiaste)

76

Radice d'ogni male è la cupidigia: essa commette i sacrilegi e i furti, compie le rapine e le prede, cagiona le guerre e gli omicidi, chiede e riceve iniquamente, ingiustamente negozia, dà o riceve ad usura, presiede alle frodi, scioglie il patto, viola il giuramento, corrompe la testimonianza, perverte il giudizio (S. Innocenzo).

77

Se ti amo così male, è perché ti amo troppo. (P. Geraldy)

78

Se uno, ammonito una volta e un'altra ancora, non si acquieta, cessa di litigare con lui; rimetti invece ogni cosa in Dio, affinché in tutti noi, suoi servi, si faccia la volontà e la gloria di Lui, che ben sa trasformare il male in bene. (T. da Kempis)

79

Se vuoi liberarti da ogni preoccupazione, pensa che avverrà senz'altro quello che temi e, qualunque sia quel male, misuralo con te stesso e poi valuta attentamente la tua paura: sicuramente ti renderai conto che il male temuto o non è grave o non durerà a lungo. (Seneca)

80

Sii fedele alla preghiera, perché essa è di ostacolo al peccato e al male (Corano)

81

Spesso si fa del bene solo per poter fare impunemente del male. (François de La Rochefoucauld)

82

Su dieci persone che parlano di noi, nove ne dicono male, e spesso la sola persona che ne dice bene lo dice male (Antoine de Rivarol)

83

Tutte le conquiste, finora raggiunte, e quelle progettate dalla tecnica per il futuro, vanno d'accordo col progresso morale e spirituale dell'uomo? In questo contesto l'uomo, in quanto uomo, si sviluppa e progredisce, oppure regredisce e si degrada nella sua umanità? Prevale negli uomini, "nel mondo dell'uomo", che in se stesso è un mondo di bene e di male morale, il bene sul male? (Giovanni Paolo II)

84

Tutti siamo nati per aiutarci l'uno con l'altro, come i piedi, le mani, le palpebre e i denti di sopra e di sotto. Per questo, è contro natura farsi del male reciprocamente. (Marco Aurelio)

85

Un caso che finisca bene è Provvidenza, un caso che termini male è destino. (Knut Hamsun)

86

Un cuore ostinato alla fine cadrà nel male; chi ama il pericolo in esso si perderà. (Siracide)

87

Un uomo che parla male del matrimonio o non ha avuto la donna che desiderava o l'ha avuta. (Jacques Marchand)

88

Un'attesa troppo prolungata fa male al cuore, un desiderio soddisfatto è albero di vita. (Salomone)

89

Una volta che conosciamo le nostre debolezze esse cessano di farci del male. (Georg C. Lichtenberg)

90

Vera pazienza è sopportare con animo imperturbato il male fattoci dagli altri e non provare risentimento. E' sopportare questi altri amandoli. Sopportare odiandoli non ha nulla a che vedere con la mansuetudine. (S. Gregorio Magno)

91

Vivere nel bisogno è un male, ma non c'è nessuna necessità di vivere nel bisogno. (Epicuro)

92

Vivono male quelle persone che cominciano sempre a vivere. (Epicuro)

93

Volete nuocere a qualcuno? Non ditene male, ditene troppo bene (André Siegfried)

MALEDETTO

1

Chi abbandona il padre è come un bestemmiatore, chi insulta la madre è maledetto dal Signore. (Siracide)

2

Sia maledetto chi per primo inventò la guerra. (Christopher Marlowe)

MALEDICE

1

La natura non conosce pause nel suo progresso e sviluppo, e maledice ogni genere d'inattività. (Wolfgang Goethe)

2

Quando un empio maledice l'avversario, maledice se stesso. (Siracide)

MALEDIZIONE

1

Di là da certo segno, la ricchezza e la povertà hanno comune questa maledizione, che fanno dell'uomo uno schiavo (Arturo Graf)

2

La benedizione del padre consolida le case dei figli, la maledizione della madre ne scalza le fondamenta. (Siracide)

MALI

1

A mali estremi, estremi rimedi. (Ippocrate)

2

C'è conforto ad evitare or l'uno or l'altro dei mali che ci perseguono e colpiscono altrove intorno a noi. (Michel de Montaigne)

3

Correre qua e là non ti servirà a niente: tu vai in giro con le tue passioni, i tuoi mali ti seguono. (Seneca)

4

Dei mali del corpo tutti vorrebbero guarire, ma molti non possono; di quelli dell'anima potrebbero molti, ma pochi vogliono (A. Caro).

5

E' debolezza cedere ai mali ma è follia alimentarli. (Michel de Montaigne)

6

Ecco una delle cause dei nostri mali: viviamo imitando il prossimo e non ci facciamo regolare dalla ragione, ma trascinare dall'abitudine. (Seneca)

7

I mali che non hai, considerali altrettanti beni, e sarai lieto (Niccolò Tommaseo)

8

Il guardare con occhio tranquillo i beni trae con sé che si guardino con occhio tranquillo i mali. (Michel de Montaigne)

9

L'infelicità di ciascun uomo è assolutamente eguale a quella di ciascun altro, in qualunque condizione o situazione si trovi questo o quello. E perciò, esattamente parlando, tanto gode e tanto pena il povero, il vecchio, il debole, il brutto, l'ignorante, quanto il ricco, il giovane, il forte, il bello, il dotto: perché ciascuno nel suo stato si fabbrica i suoi beni e i suoi mali (G. Leopardi).

10

La gelosia è il più grande di tutti i mali e quello che fa meno pietà alle persone che ne sono la causa (François de la Rochefoucauld)

11

La noia è uno dei mali più gravi che abbiamo da sopportare. (Marcel Proust)

12

Lo stolto, tra gli altri mali, ha anche questo: incomincia sempre a vivere. (Seneca)

13

Molte volte ci crediamo poco felici, perché non abbiamo tutti quei beni che desideriamo; e non riflettiamo ai molti mali di cui siamo esenti, dei quali se uno ci sopravvenisse, stimeremmo felicità somma essere liberati. (R. Lambruschini).

14

Noi tutti ci affatichiamo contro la nostra stessa cura, perché la morte è la cura di tutti i mali. (Sir Thomas Browne)

15

Non c'è deserto peggiore che una vita senza amici: l'amicizia moltiplica i beni e ripartisce i mali. (Gracian)

16

Quando ci vengono a mancare i nostri mali veri, la scienza ci presta i suoi. (Michel de Montaigne)

17

Quelli che vivono nel male trasformano in strumenti di malizia anche i cosiddetti beni. Quelli che amano la virtù trasformano i supposti mali in mezzi di autentica sapienza. (Teodoreto)

18

Se gli dei esaudissero le preghiere degli uomini, l'umanità verrebbe dissolta a causa di tutti i mali che gli uomini si invocano l'un l'altro. (Epicuro)

19

Ti stupisci che fuggire non ti serva? I mali che fuggi sono in te. (Seneca)

20

Tra due mali, non sceglierne nessuno; tra due cose buone, scegli tutt'e due. (Tryon Edwards)

MALINCONIA

1

Distrai la tua anima, consola il tuo cuore, tieni lontana la malinconia. (Siracide)

2

Il soverchio degli studi procrea orrore, confusione, malinconia, collera e sazietà. (Aretino)

MALIZIA

1

Fratelli, non comportatevi da bambini nei giudizi; siate come bambini quanto a malizia, ma uomini maturi quanto ai giudizi. (S. Paolo)

2

La malizia ingozza la maggior parte del suo proprio veleno e se ne avvelena. (Michel de Montaigne)

3

Nessuno è peggiore di chi tormenta se stesso; questa è la ricompensa della sua malizia. (Siracide)

4

Non essere geloso della sposa amata, per non inculcarle malizia a tuo danno. (Siracide)

5

Quelli che vivono nel male trasformano in strumenti di malizia anche i cosiddetti beni. Quelli che amano la virtù trasformano i supposti mali in mezzi di autentica sapienza. (Teodoreto)

MALVAGI

1

Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico; ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori, perché siate figli del Padre vostro celeste, che fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti. (Gesù)

2

Chi aiuta i malvagi, alla fine avrà a dolersi. (Fedro)

3

La fortuna dei malvagi è una brutta seduzione per molti. (Fedro)

4

La pena che i buoni devono scontare per l'indifferenza alla cosa pubblica è quella di essere governati da uomini malvagi. (Platone)

5

Nella realtà di ogni giorno i malvagi non vengono puniti, né i buoni ricompensati: il successo premia i forti, il fallimento schiaccia i deboli. Nient'altro. (O. Wilde)

6

Quando un uomo di buona volontà soffre tribolazioni e tentazioni, o è afflitto da pensieri malvagi, allora egli sente di aver maggior bisogno di Dio, e di non poter fare nulla di bene senza di lui. (T. da Kempis)

MALVAGIA

1

C'è malvagità in un'intenzione malvagia, anche se l'atto non viene perpetrato. (Marco Tullio Cicerone)

2

Con una moglie malvagia è opportuno il sigillo, dove ci sono troppe mani usa la chiave. (Siracide)

3

Giogo di buoi sconnesso è una donna malvagia, colui che la domina è come chi acchiappa uno scorpione. (Siracide)

4

La cattiveria è rara, la maggior parte degli uomini si occupa troppo di se stessa per essere malvagia. (Friedrich Nietzsche)

5

Non dare all'acqua un'uscita né libertà di parlare a una donna malvagia. (Siracide)

6

Preferirei abitare con un leone e con un drago piuttosto che abitare con una donna malvagia. (Siracide)

7

Una passione malvagia rovina chi la possiede e lo fa oggetto di scherno per i nemici. (Siracide)

MALVAGIO

1

Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente; ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l'altra; e a chi ti vuol chiamare in giudizio per toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà a fare un miglio, tu fanne con lui due. (Gesù)

2

E' malvagio l'uomo dall'occhio invidioso; volge altrove lo sguardo e disprezza la vita altrui. (Siracide)

3

Le carezze dell'uomo malvagio nascondono inganni. (Fedro)

4

Praticare il bene è un affare. Se l'uomo non lo persegue è solo perché non ha la minima idea di dove si trovi il bene. Pertanto non è malvagio ma ignorante. (Socrate)

5

Vi è una sorte unica per tutti, per il giusto e l'empio, per il puro e l'impuro, per chi offre sacrifici e per chi non li offre, per il buono e per il malvagio, per chi giura e per chi teme di giurare. (Ecclesiaste)

MALVAGITÀ

1

C'è malvagità in un'intenzione malvagia, anche se l'atto non viene perpetrato. (Marco Tullio Cicerone)

2

La malvagità di una donna ne àltera l'aspetto, ne rende il volto tetro come quello di un orso. (Siracide)

3

La malvagità è sempre più facile della virtù, perché in tutto prende sempre una scorciatoia. (Samuel Johnson)

4

La malvagità, si dice, la si sconta nell'altro mondo; ma la stupidità in questo (Arthur Schopenhauer)

5

Per l'uomo non c'è altro inferno che la stupidità o la malvagità dei suoi simili. (Marchese de Sade)

MAN

1

Chi va in man dell'avvocato spende l'ultimo ducato. (Proverbio)

2

Man mano che aumenta la saggezza diminuiscono le occasioni di utilizzarla. (Alessandro Morandotti)

3

Sacre son tutte e belle / l'arti fra lor sorelle / ma s'incoroni il vomere / del trionfal allor; / frutto di sua fatica / è il pan che ci nutrica; / baciam la man che provvida / ci dona ogni tesor. (G. Pennacchi)