PAROLE

FRASI (In blu le parole cliccabili)

GLADIATORE

1

Ora sei gladiatore e cavi gli occhi, prima eri oculista. Quello che ora fai da gladiatore, da medico l'hai fatto. (Marziale)

GLIENE

1

Troppo vino o troppo poco: se non gliene date, non può trovare la verità; se gliene date troppo, neppure (Blaise Pascal)

GLORIA

1

Anche i saggi la brama di gloria è l'ultima passione di cui si spogliano (Tacito)

2

Colui il quale teme di perdere la gloria, è sicuro che la perderà (Napoleone Buonaparte)

3

Davanti alla bellezza del creato, effondi il tuo spirito in calde effusioni d'amore e canta a Dio l'inno di gloria e di riconoscenza. (G. Nardi)

4

Gloria e merito di alcuni è di scrivere bene; e di altri di non scrivere affatto (Jean de la Bruyère)

5

Gloria significa soprattutto morire al momento giusto. (A. Polgar)

6

Il desiderio di gloria è l'ultima aspirazione di cui riescono a liberarsi anche gli uomini più saggi. (Tacito)

7

Il sole con il suo splendore illumina tutto, della gloria del Signore è piena la sua opera. (Siracide)

8

Il timore del Signore è gloria e vanto, gioia e corona di esultanza. (Siracide)

9

Impariamo a non lasciarci abbagliare dall'ingegno, dalla gloria, dai falsi splendori. Lodiamo ed ammiriamo chi rende gli uomini felici. Condanniamo sempre e teniamo in dispregio chi invece li fa miseri e sventurati (M. D'Azeglio)

10

La giustizia è la gloria suprema delle virtù. (Marco Tullio Cicerone)

11

La gloria si dà soltanto a coloro che l'hanno sempre sognata. (Charles De Gaulle)

12

La gloria è simile a un cerchio d'acqua che non smette mai di allargarsi, fino a che si disperde in un nulla. (William Shakespeare)

13

La gloria è un veleno che bisogna prendere a piccole dosi (Honoré de Balzac)

14

La natura ci ha mandato il dolore per la gloria e servizio del piacere e della mancanza di dolore. (Michel de Montaigne)

15

La più breve via per arrivare alla gloria sarebbe fare per coscienza quello che noi facciamo per gloria. (Michel de Montaigne)

16

La popolarità? Spiccioli della gloria. (Victor Hugo)

17

La vera gloria si deve amare e desiderare, ma troppo s'inganna chi la colloca nell'aura popolare o faziosa. La vera gloria è nei posteri, e niuno può ottenerla, se, vivendo, non ebbe l'approvazione della sua coscienza. (V. Monti)

18

La virtù è cosa ben vana e frivola se trae la sua fama dalla gloria. (Michel de Montaigne)

19

Noi ci prepariamo le occasioni importanti più per gloria che per coscienza. (Michel de Montaigne)

20

Non invidiare la gloria del peccatore, perché non sai quale sarà la sua fine. (Siracide)

21

Oh, quanto rapidamente passa la gloria di questo mondo! (T. da Kempis)

22

Perché vi affannate per il vestito? Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora se Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani verrà gettata nel forno, non farà assai più per voi, gente di poca fede? (Gesù)

23

Se una donna non vuol mettersi il velo, si tagli anche i capelli! Ma se è vergogna per una donna tagliarsi i capelli o radersi, allora si copra. L'uomo non deve coprirsi il capo, poiché egli è immagine e gloria di Dio; la donna invece è gloria dell'uomo. (S. Paolo)

24

Se uno, ammonito una volta e un'altra ancora, non si acquieta, cessa di litigare con lui; rimetti invece ogni cosa in Dio, affinché in tutti noi, suoi servi, si faccia la volontà e la gloria di Lui, che ben sa trasformare il male in bene. (T. da Kempis)

25

Sicuramente i più coraggiosi sono coloro che hanno la visione più chiara di ciò che li aspetta, così della gloria come del pericolo, e tuttavia l'affrontano. (Tucidide)

26

Tutta la gloria che pretendo nella mia vita, è di averla vissuta tranquilla. (Michel de Montaigne)

27

Una bella gloria viene all'uomo dai trovati della mente; ma una bellissima ne viene dalla dirittura dell'animo e dalla bontà della vita civile. (G. Perticari)

28

Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città collocata sopra un monte, né si accende una lucerna per metterla sotto il moggio, ma sopra il lucerniere perché faccia luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al vostro Padre che è nei cieli. (Gesù)

GOBBA

1

Di trenta l'uomo è bello, di quaranta fa il cervello, di cinquanta fa la roba, di sessanta fa la gobba. (Proverbio)

2

Rendimi storpio di una mano, zoppo di una gamba, fammi crescere la gobba, fammi cadere i denti: purché continui a vivere, va bene; conservami la vita anche su un palo di tortura. (Mecenate)

GOCCIA

1

Ciò che noi facciamo è solo una goccia nell'oceano, ma se non lo facessimo l'oceano avrebbe una goccia in meno. (Madre Teresa di Calcutta)

2

La goccia scava la pietra. (Lucrezio)

3

Si prendono più mosche con una goccia di miele che con una botte d'aceto. (Proverbio)

GODE

1

Chi gode di sentirsi esaltare con parole adulatrici, ne porta poi la pena con tardo pentimento e con vergogna. (Fedro)

2

Della ricchezza gode soprattutto l'uomo che non ne sente affatto il bisogno. (Seneca)

3

Due sono le ali che permettono all'uomo di sollevarsi al di sopra delle cose terrene, la semplicità e la libertà: la semplicità, necessaria nella intenzione; la libertà, necessaria nei desideri. La semplicità tende a Dio; la libertà raggiunge e gode Dio. (T. da Kempis)

4

Il matrimonio gode di popolarità perché combina un massimo di tentazione con un massimo di occasioni (G.B.Shaw)

5

Il vantaggio della cattiva memoria è che si gode molte volte delle stesse cose per la prima volta. (Nietzsche)

6

L'infelicità di ciascun uomo è assolutamente eguale a quella di ciascun altro, in qualunque condizione o situazione si trovi questo o quello. E perciò, esattamente parlando, tanto gode e tanto pena il povero, il vecchio, il debole, il brutto, l'ignorante, quanto il ricco, il giovane, il forte, il bello, il dotto: perché ciascuno nel suo stato si fabbrica i suoi beni e i suoi mali (G. Leopardi).

7

La carità non è ambiziosa, non rivendica ciò che non è suo, non è iraconda, non pensa male. Non gode del trionfo sull'iniquità, si rallegra invece del trionfo della verità. Tutto sopporta, tutto crede, tutto spera, tutto si addossa. (S. Paolo)

8

Non si gode a possedere qualcosa senza compagnia. (E. da Rotterdam)

9

Quello che tu chiami schiavo pensa che è nato come te, gode dello stesso cielo, respira la stessa aria, vive e muore, come viviamo e moriamo noi. Puoi vederlo libero cittadino ed egli può vederti schiavo. (Seneca)

GODERE

1

Bisogna avere l'appetito del povero per godere appieno la ricchezza del ricco (A.Rivarol)

2

Chi sa se il soffio vitale dell'uomo salga in alto e se quello della bestia scenda in basso nella terra? Mi sono accorto che nulla c'è di meglio per l'uomo che godere delle sue opere, perché questa è la sua sorte. Chi potrà infatti condurlo a vedere ciò che avverrà dopo di lui? (Ecclesiaste)

3

Chi è cattivo con se stesso con chi si mostrerà buono? Non sa godere delle sue ricchezze. (Siracide)

4

Chiamo imbecille chi ha paura di godere. (Albert Camus)

5

E' impossibile godere a fondo l'ozio se non si ha una quantità di lavoro da fare.(Jerome K. Jerome)

6

Il nostro desiderio è irresoluto e incerto; non sa otteneregodere in misura giusta. (Michel de Montaigne)

7

La felicità non consiste nell'acquistare e nel godere, ma nel non desiderare nulla, perché consiste nell'essere liberi (Epitteto)

8

Mi sembra di godere più lietamente i piaceri di una casa estranea, e di apportarvi un gusto più spontaneo. (Michel de Montaigne)

9

Noi per godere le nostre donne, ci nascondiamo; gli Indiani lo fanno in pubblico. (Michel de Montaigne)

10

Non c'è di meglio per l'uomo che mangiare e bere e godersela nelle sue fatiche; ma mi sono accorto che anche questo viene dalle mani di Dio. Difatti, chi può mangiare e godere senza di lui? Egli concede a chi gli è gradito sapienza, scienza e gioia, mentre al peccatore dà la pena di raccogliere e d'ammassare per colui che è gradito a Dio. Ma anche questo è vanità e un inseguire il vento! (Ecclesiaste)

11

Non godere una vita di piaceri, sua conseguenza è una doppia povertà. (Siracide)

12

Se uno sente il bisogno della ricchezza, teme di perderla; ma nessuno può godere di un bene che gli dà preoccupazione. (Seneca)

13

Solo per oggi non avró paura e specialmente non avrò paura di essere felice, di godere la vita, di amare e di credere che quelli che amo mi amano. (Giovanni XXIII)

GODERNE

1

Che senso ha la ricchezza, se non sai goderne? (Orazio)

2

La coscienza non impedisce di commettere un peccato, impedisce solo di goderne in pace. (Theodore Dreiser)

3

Quando si è in un pasticcio tanto vale goderne il sapore (Confucio)

GODERSELA

1

A parte l'uomo, tutti gli animali sanno che lo scopo principale della vita è godersela (Samuel Butler)

2

Non c'è di meglio per l'uomo che mangiare e bere e godersela nelle sue fatiche; ma mi sono accorto che anche questo viene dalle mani di Dio. Difatti, chi può mangiare e godere senza di lui? Egli concede a chi gli è gradito sapienza, scienza e gioia, mentre al peccatore dà la pena di raccogliere e d'ammassare per colui che è gradito a Dio. Ma anche questo è vanità e un inseguire il vento! (Ecclesiaste)

GODERSI

1

Chi invecchia giovane può godersi una lunga vecchiaia. (Cristian Bruhn)

2

Non v'è rimedio per la nascita e la morte salvo godersi l'intervallo. (Arthur Schopenhauer)

GODI

1

Godi la vita con la sposa che ami per tutti i giorni della tua vita fugace, che Dio ti concede sotto il sole, perché questa è la tua sorte nella vita e nelle pene che soffri sotto il sole. (Ecclesiaste)

2

Godi questo bene, finché c'è, per non ricercarlo quando non ci sia più. (Cicerone)

GODIMENTO

1

Il godimento della vita non ci può essere veramente gradevole, se siamo in timore di perderla. (Michel de Montaigne)

2

Il godimento e il possesso appartengono soprattutto all'immaginazione. (Michel de Montaigne)

3

L'attività repressiva della civiltà fa sì che le possibilità di godimento primarie, che ora sono state ripudiate dalla censura che è in noi, vadano perdute. (S. Freud)

4

Nel tempo il valore della transitorietà è il valore della rarità. La limitazione nella possibilità di un godimento aumenta il valore del godimento. (S. Freud)

GODONO

1

Che diano o che rifiutino, godono tuttavia d'esser richieste. (Ovidio)

2

Dolce riposo sarà il tuo, se il cuore non avrà nulla da rimproverarti. Non rallegrarti se non quando avrai fatto del bene. I cattivi non godono mai di una vera letizia e non sentono mai la pace dell'anima, giacché "non c'è pace per gli empi", dice il Signore. (T. da Kempis)

3

Nell'inconscio i processi psichici non sono affatto identici a quelli noti nella vita psichica conscia, ma godono di certe libertà che a questi ultimi sono negate. (S. Freud)

4

Ogni qual volta si desidera una cosa contro il volere di Dio, subito si diventa interiormente inquieti. Il superbo e l'avaro non hanno mai requie; invece il povero e l'umile di cuore godono della pienezza della pace. (T. da Kempis)

GOETHE

1

Certi libri sembrano scritti non perché leggendoli si impari, ma perché si sappia che l'autore sapeva qualcosa. (Wolfgang Goethe)

2

Ciò che non si comprende non lo si possiede (Johann Wolfgang Goethe)

3

Dove vien meno l'interesse, vien meno anche la memoria. (Wolfgang Goethe)

4

Il codardo minaccia quando è al sicuro. (Wolfgang Goethe)

5

Il pubblico esige di essere trattato come le donne, alle quali soprattutto non bisogna dir nulla che a loro non piaccia sentire. (Goethe)

6

Il tuo amore è per me come le stelle del mattino e della sera, tramonta dopo il sole e prima del sole risorge. (V. Goethe)

7

La legge è potente, ma più potente il bisogno. (Goethe)

8

La natura non conosce pause nel suo progresso e sviluppo, e maledice ogni genere d'inattività. (Wolfgang Goethe)

9

La povertà stessa, quando è immeritata, rende orgogliosi. (Wolfgang Goethe)

10

La vita è l'infanzia della nostra immortalità. (Wolfgang Goethe)

11

Lo scrivere è un ozio affaccendato. (Wolfgang Goethe)

12

Noi siamo capaci di fare molti sacrifici nelle cose grandi, ma raramente siamo capaci di sacrificare le piccole. (Wolfgang Goethe)

13

Non ama colui al quale i difetti della persona amata non appaiono virtù. (Goethe)

14

Non si possiede ciò che non si comprende. (Goethe)

15

Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza. (W. Goethe)

16

Nulla ci illumina meglio sul carattere degli uomini del sapere che cosa trovano ridicolo. (Wolfgang Goethe)

17

Nulla rivela meglio il carattere degli uomini di ciò che essi trovano ridicolo (J. W. Goethe)

18

Se è vero che la giovinezza è un difetto, ce ne correggiamo in fretta (Wolfang Goethe)

19

Si ha sempre tempo a sufficienza se lo si usa bene. (Wolfgang Goethe)

20

Solo è allegro chi può dare. (Goethe)

21

Un mondo senz'amore, che sarebbe per il nostro cuore? La stessa cosa che una lanterna magica senza luce. (Goethe)

GOFFAGGINE

1

Le persone oneste si riconoscono dal fatto che compiono le cattive azioni con più goffaggine. (Charles Péguy)

2

Vedrai nel mondo districare speditamente la matassa delle cose più dalla zampa degli asini pratici, che dalla mano dei teorici saputissimi. Con questo non intendo anteporre l'ignoranza alla dottrina, ma asserisco che il sapere privo dell'esperienza della vita, è una dotta goffaggine, bisbetica e sterile (G. Giusti).

GOLA

1

Gola sazia disprezza il miele; per chi ha fame anche l'amaro è dolce. (Salomone)

2

La gola ha ucciso più uomini che la fame. (Talmud)

3

Non puoi restare sposato in una situazione in cui hai paura di addormentarti per l'eventualità che tua moglie ti tagli la gola. (Mike Tyson)

GOLDONI

1

Le astuzie delle donne, in genere, si moltiplicano e si perfezionano coi loro anni. (Carlo Goldoni)

2

Le bugie sono per natura così feconde, che una ne suole partorir cento. (Carlo Goldoni)

GOLDSMITH

1

L'onore va a picco dove il commercio prevale a lungo. (Oliver Goldsmith)

2

Le leggi schiacciano i poveri e i ricchi governano le leggi. (Oliver Goldsmith)

GONFIA

1

La carità è paziente e benevola: la carità non invidia, non sperpera, non si gonfia di presunzione. (S. Paolo)

2

Se il veleno dell'orgoglio ti gonfia, ricorri all'Eucarestia; e il Pane sotto le cui apparenze si è annichilato il tuo Signore, t'insegnerà l'umiltà. (S. Cirillo)

GONFIE

1

La fama è come un fiume che porta a galla le cose leggere e gonfie e manda a fondo quelle pesanti e massicce. (Francis Bacon)

2

Noi abbiamo più buon senso quando le cose vanno male: quando vanno a gonfie vele, ci tolgono la capacità di intendere. (Seneca)

GOVERNA

1

L'immaginazione governa il mondo. (Napoleone Bonaparte)

2

La distinzione delle classi sociali, come la intendono i nobili che danno un valore al titolo, non esiste più. L'intelligenza governa e governerà irresistibilmente per l'avvenire (M. Lesiona)

GOVERNANO

1

Il timore della società, che è il fondamento della morale, il terrore di Dio, che è il segreto della religione, sono le due cose che ci governano. (O. Wilde)

2

Le leggi schiacciano i poveri e i ricchi governano le leggi. (Oliver Goldsmith)

GOVERNARE

1

Bisogna ascoltare molto e parlare poco per governare bene uno stato. (Cardinale Richelieu)

2

Chi vuol governare deve imparare a dire di no. (Benito Mussolini)

3

Giudico che la fortuna sia arbitra della metà delle azioni nostre, ma che ce ne lasci governare l'altra metà. (Niccolò Machiavelli)

4

La vera arte del governo consiste nel non governare troppo. (Jonathan Shipley)

5

Nessuno è in grado di governare un altro senza il suo consenso. (Abraham Lincoln)

6

Non è cosa da poco dover governare gli altri, dato che già a governare noi stessi si presentano tante difficoltà. (Michel de Montaigne)

7

Non è meno irritante guidare una famiglia che governare un intero stato. (Michel de Montaigne)

8

Ogni cuoco deve imparare a governare lo stato. (Vladimir Ilic Ul'Janov Lenin)

GOVERNI

1

Affettato sarai se te governi / con leziosa cura a parte a parte / e vivi sol negli ornamenti esterni. (L. Borsini)

2

La democrazia è l'arte di far credere al popolo che esso governi. (L. Latzarus)

GOVERNO

1

Città senza signor, senza governo / cede qual mole suol senza sostegno (G. B. Marino).

2

I responsabili della cosa pubblica, i cittadini dei Paesi ricchi personalmente considerati, specie se cristiani, hanno l'obbligo morale-- secondo il rispettivo grado di responsabilità--di tenere in considerazione, nelle decisioni personali e di governo, questo rapporto di universalità, questa interdipendenza che sussiste tra i loro comportamenti e la miseria e il sottosviluppo di tanti milioni di uomini. (Giovanni Paolo II)

3

L'autorità sovrana, per sé, non è di necessità legata a nessuna forma di governo in particolare: è in poter suo l'assumere or l'una or l'altra, purché capaci di cooperare al benessere e all'utilità pubblica (Leone XIII).

4

La democrazia è il governo del popolo, dal popolo, per il popolo. (Abraham Lincoln)

5

La democrazia è la forma di governo che dà ad ogni uomo il diritto di essere il proprio oppressore. (Henry Louis Mencken)

6

La vera arte del governo consiste nel non governare troppo. (Jonathan Shipley)

7

Nei mutamenti di governo i poveri spesso non cambiano che il nome del padrone. (Fedro)

8

Nessun governo può essere sicuro a lungo senza una formidabile opposizione (Benjamin Disraeli)

9

Ogni nazione ha il governo che si merita. (Joseph Maistre)

10

Per difetto di buon governo il popolo decade, la riuscita sta in molti consiglieri (Salomone)

11

Sotto un governo che imprigiona ingiustamente chiunque, il vero posto per un giusto è la prigione. (D. Thoreau)

12

Un marito, come un governo, non deve mai confessare errori. (Honoré de Balzac)

13

Viviamo sotto un governo di uomini e di giornali del mattino. (Wendell Phillips)

GRACIÁN

1

Chi poco sa, vada sempre per la strada maestra. (Baltasar Gracián y Morales)

2

Il medico saggio deve essere esperto tanto per prescrivere un rimedio quanto per non prescrivere nulla (Baltasar Graciàn)

3

Il modo migliore per perdere un amico è ricoprirlo di favori e di benefici (Baltasar Graciàn)

4

La passione tinge dei propri colori tutto ciò che tocca. (B. Gracian)

5

Le cose non si considerano per quel che sono, ma per quel che appaiono. (Baltasar Gracián y Morales)

6

Molti uomini sono fatti come il vasellame nuovo, che si impregna del primo odore, buono o cattivo che sia. (Baltasar Gracián y Morales)

7

Non c'è deserto peggiore che una vita senza amici: l'amicizia moltiplica i beni e ripartisce i mali. (Gracian)

8

Si gusta doppiamente la felicità faticata. (B. Gracian)

9

Uno dei grandi privilegi della saggezza è quello di non scomporsi mai. (Baltasar Gracián y Morales)

GRADEVOLE

1

Diventa buon vino quello che, nuovo, sembrava acerbo e aspro; mentre il vino gradevole già nella botte non regge all'invecchiamento. (Seneca)

2

Il godimento della vita non ci può essere veramente gradevole, se siamo in timore di perderla. (Michel de Montaigne)

3

L'unica compagnia gradevole è quella che ci facciamo da soli (Oscar Wilde)

GRADINI

1

Più passi e gradini ci sono, più c'è altezza e onore nell'ultimo seggio. (Michel de Montaigne)

2

Se vedi una persona saggia, và presto da lei; il tuo piede logori i gradini della sua porta. (Siracide)

GRADITO

1

Figlio, nella tua attività sii modesto, sarai amato dall'uomo gradito a Dio. (Siracide)

2

Non c'è di meglio per l'uomo che mangiare e bere e godersela nelle sue fatiche; ma mi sono accorto che anche questo viene dalle mani di Dio. Difatti, chi può mangiare e godere senza di lui? Egli concede a chi gli è gradito sapienza, scienza e gioia, mentre al peccatore dà la pena di raccogliere e d'ammassare per colui che è gradito a Dio. Ma anche questo è vanità e un inseguire il vento! (Ecclesiaste)

3

Non c'è ospite tanto gradito che non diventi scomodo dopo tre giorni. (Plauto)

4

Trovo che amara più della morte è la donna, la quale è tutta lacci: una rete il suo cuore, catene le sue braccia. Chi è gradito a Dio la sfugge ma il peccatore ne resta preso. (Ecclesiaste)

GRADO

1

Chi non è in grado di vivere il presente, è in balia del futuro. (Seneca)

2

Chi si ricorderà di te, dopo che sarai scomparso, e chi pregherà per te? Fai, o mio caro, fai ora tutto quello che sei in grado di fare, perché non conosci il giorno della tua morte; né sai che cosa sarà di te dopo. (T. da Kempis)

3

Chiunque può arrabbiarsi, questo è facile. Ma arrabbiarsi con la persona giusta, e nel grado giusto, ed al momento giusto, e per lo scopo giusto, e nel modo giusto, questo non è nelle possibilità di chiunque e non è facile. (Aristotele)

4

Chiunque sia in grado di penetrare le cause determinanti delle malattie nervose si convincerà presto che il loro aumento nella nostra società deriva dall'intensificazione delle restrizioni sessuali. (S. Freud)

5

Ciascuno chiama idee chiare quelle che hanno lo stesso grado di confusione delle sue. (Marcel Proust)

6

Gli infanti, i fanciulli, i pazzi non temono la morte; e allora è proprio vergognoso che la ragione non sia in grado di darci quella serenità interiore a cui porta l'assenza di raziocinio. (Seneca)

7

I responsabili della cosa pubblica, i cittadini dei Paesi ricchi personalmente considerati, specie se cristiani, hanno l'obbligo morale-- secondo il rispettivo grado di responsabilità--di tenere in considerazione, nelle decisioni personali e di governo, questo rapporto di universalità, questa interdipendenza che sussiste tra i loro comportamenti e la miseria e il sottosviluppo di tanti milioni di uomini. (Giovanni Paolo II)

8

Il rispetto della verità consiste nel dare a una ipotesi quel grado di credibilità che viene garantito dalle prove. (Russel)

9

Nessuno è in grado di governare un altro senza il suo consenso. (Abraham Lincoln)

10

Non hai veramente capito qualcosa fino a quando non sei in grado di spiegarlo a tua nonna (Albert Einstein)

11

Si può giudicare del grado di civiltà di un popolo dalla situazione sociale della donna. (F. Sarmiento)

12

Solo chi non ha fame è in grado di giudicare la qualità del cibo. (Alessandro Morandotti)

13

Tutto ciò che trovi da fare, fallo finché ne sei in grado, perché non ci saràattività, né ragione, né scienza, né sapienza giù negli inferi, dove stai per andare. (Ecclesiaste)

14

Uno sviluppo soltanto economico non è in grado di liberare l'uomo, anzi, al contrario, finisce con l'asservirlo ancora di più. Uno sviluppo, che non comprenda le dimensioni culturali, trascendenti e religiose dell'uomo e della società nella misura in cui non riconosce l'esistenza di tali dimensioni e non orienta ad esse i propri traguardi e priorità, ancor meno contribuisce alla vera liberazione. (Giovanni Paolo II)

GRAF

1

Amoreggiate con le idee finché vi piace; ma quanto a sposarle, andateci cauti (Arturo Graf)

2

Chi ha un vero amico può dire di avere due anime (Arturo Graf)

3

Chi in un'arte è diventato maestro, può senza danno scordarsi le regole (Arturo Graf)

4

Di là da certo segno, la ricchezza e la povertà hanno comune questa maledizione, che fanno dell'uomo uno schiavo (Arturo Graf)

5

La forza è confidente per natura. Nessun più sicuro segno di debolezza che il diffidare istintivamente di tutto e di tutti (Arturo Graf)

6

La ricchezza può essere buon condimento nel banchetto della vita; ma tristo quel commensale cui essa sia tutt'insieme condimento e vivanda (Arturo Graf)

7

Nel viaggio della vita non si danno strade in piano: sono tutte o salite o discese (Arturo Graf)

8

Se tu pretendi e ti sforzi di piacere a tutti, finirà che non piacerai a nessuno (Arturo Graf)

9

Se volessero parlare di ciò solo che intendono, gli uomini quasi non parlerebbero (Arturo Graf)

GRAN

1

Amare la vicina è un gran vantaggio, si vede spesso e non si fa viaggio. (G. Verga)

2

C'è gran vantaggio a non essere tanto saggio. (Michel de Montaigne)

3

Come ai raggi del sole si scorgono moltissimi atomi, che senza quella luce non si vedono, così agli occhi d Dio appaiono di gran peso e da castigare severamente i peccati veniali, che a noi sembrano neppure peccato. (S. Giovanni Crisostomo)

4

Con quello che non sai si farebbe un gran libro. (Sydney Smith)

5

Gran motivo di sdegno una donna ubriaca, non riuscirà a nascondere la vergogna. (Siracide)

6

Gran parte dei nostri sogni li viviamo con assai maggiore intensità della nostra esistenza da svegli. (H. Hesse)

7

I rapporti con una gran quantità di persone sono deleteri: c'è sempre qualcuno che ci suggerisce un vizio o ce lo trasmette o ce lo attacca a nostra insaputa. (Seneca)

8

Il gran leggere ci ha portati a una colta barbarie. (Georg C. Lichtenberg)

9

Il più sicuro mezzo di trovarsi pago del proprio stato è quello di paragonarsi ad altri più infelici; cosi, quando penso al numero prodigioso di malattie terribili alle quali il corpo umano è soggetto, ho per gran ventura che a me non ne siano toccate in sorte che tre (B. Franklin).

10

Il sapersi adattare è una gran virtù. Risparmia infinite molestie e concilia la benevolenza degli altri. (G. Giusti)

11

Il trattamento psicoanalitico poggia sulla sincerità. In essa risiede gran parte dell'effetto educativo e del valore etico della psicoanalisi, ed è pericoloso allontanarsi da questo fondamento. (S. Freud)

12

L'affetto vero, leale, incondizionato è un gran tesoro, il più grande che esista. (M. D'Azeglio)

13

L'istruzione ha prodotto un gran numero di persone capaci di leggere ma incapaci di distinguere quello che merita di essere letto. (G.M. Trevelyan)

14

Non fare gran conto di chi ti sia favorevole o contrario; piuttosto preoccupati assai che, in ogni cosa che tu faccia, Dio sia con te. Abbi retta coscienza; Dio sicuramente ti difenderà. Non ci sarà cattiveria che possa nuocere a colui che Dio vorrà aiutare. (T. da Kempis)

15

Non giurate affatto: né per il cielo, perché è il trono di Dio; né per la terra, perché è lo sgabello per i suoi piedi; né per Gerusalemme, perché è la città del gran re. Non giurare neppure per la tua testa, perché non hai il potere di rendere bianco o nero un solo capello. Sia invece il vostro parlare sì, sì; no, no; il di più viene dal maligno. (Gesù)

16

Se non essere cornuti vi sembra un gran bene, l'unico modo è non sposarsi affatto. (Molière)

17

Se vuoi offendere un avversario, lodalo a gran voce per le qualità che gli mancano. (U. Ojetti)

18

Spesso la lingua è rea e gran perigli crea. (Roberti)

19

Un prudente consiglio salva da gran periglio. (Proverbio)

20

Una gran parte di quello che i medici sanno è insegnato loro dai malati. (Proust)

21

Uno scarso sapere e una modesta capacità di comprendere, accompagnati dall'umiltà, valgono di più di un gran tesoro di scienza, accompagnato dal vuoto compiacimento di sé. E' meglio per te avere poco, piuttosto che molto; del molto potresti insuperbire. (T. da Kempis)

22

Vediamo la morte davanti a noi e invece gran parte di essa è già alle nostre spalle: appartiene alla morte la vita passata. (Seneca)

23

Vivere non è poi una gran cosa: tutti i tuoi servi, tutte le bestie vivono: l'importante è morire con dignità, saggezza e coraggio. (Seneca)

GRAND

1

Il distintivo d'una grand'anima è una facile indulgenza, una generosa disposizione al perdono (F. Pananti).

2

Nessun grand'uomo vive invano: la storia del mondo non è che la biografia degli uomini grandi. (Thomas Carlyle)

3

Una grand'anima è al di sopra dell'ingiuria, dell'ingiustizia e del dolore (La Bruyère).