PAROLE

FRASI (In blu le parole cliccabili)

GIOVENTÙ

1

Che cos'era la gioventù, nel migliore dei casi? Un'età verde, acerba, un'età di amori superficiali e di pensieri morbosi. (O. Wilde)

2

Mentre tutti gli altri vizi si indeboliscono con l'età, l'avarizia solo conserva il vigore della gioventù. (S. Girolamo)

3

Ogni età porta seco i suoi difetti: la gioventù è impetuosa e insaziabile nei piaceri; la vecchiezza è incorreggibile nella sua avarizia. (Fenelon)

4

Se gioventù sapesse, se vecchiaia potesse (Henri Estienne)

5

Se la donna varca il fiore / di gioventù, non farle il computista / se a contar gli anni suoi commette errore. / A correggerla, dimmi, che s'acquista? / Lascia pur che al quaranta faccia incaglio / e scenda al trentanove, tu fa vista / di non esserti accorto dello sbaglio (L. Borsini).

6

Se la gioventù è un difetto, essa è un difetto di cui ci liberiamo troppo presto. (James Russell Lowell)

7

Vivo in quella solitudine che è penosa in gioventù, ma deliziosa negli anni della maturità. (Albert Einstein)

GIOVEREBBE

1

Dinanzi a Dio, il quale mi giudicherà per le mie azioni, che mi gioverebbe se io anche possedessi tutta la scienza del mondo, ma non avessi l'amore? Datti pace da una smania eccessiva di sapere: in essa, infatti, non troverai che sviamento grande ed inganno. (T. da Kempis)

2

Senza l'amore per Dio e senza la sua grazia, a che ti gioverebbe una conoscenza esteriore di tutta la Bibbia e delle dottrine di tutti i filosofi? (T. da Kempis)

GIOVI

1

Non c'è niente che giovi quanto starsene tranquilli e parlare pochissimo con gli altri e il più possibile con sé stessi. (Seneca)

2

Squallida la casa dove non c'è superfluo che sfugga al padrone e giovi ai ladri. (Orazio)

GIOVINEZZA

1

Chi trascura di imparare in giovinezza perde il passato ed è morto per il futuro. (Euripide)

2

Farei di tutto per ritrovare la giovinezza, fuorché ginnastica, alzarmi presto e comportarmi come si deve. (O. Wilde)

3

Gli studi alimentano la giovinezza e rallegrano la vecchiaia. (Cicerone)

4

Hai figli? Educali e sottomettili fin dalla giovinezza. (Siracide)

5

La castità perpetua la giovinezza. Nei volti stanchi e scavati di alcuni preti ho visto occhi di adolescente. (François Mauriac)

6

La giovinezza capita solo una volta nella vita. (Henry Wadsworth Longfellow)

7

La giovinezza sarebbe un periodo più bello se solo arrivasse un po' più tardi nella vita. (Charlie Chaplin)

8

La giovinezza è l'unica cosa che vale la pena di possedere. (O. Wilde)

9

La giovinezza è quel periodo della vita in cui un ragazzino sa tutto, tranne come guadagnarsi da vivere. (Carey Williams)

10

La giovinezza è una cosa meravigliosa: che crimine, sprecarla nei bambini. (George Bernard Shaw)

11

Meglio sprecare la giovinezza che non farne niente del tutto (Georges Courteline)

12

Molti si rovinano colla scelta sconsiderata degli amici e dei compagni. Non fate lega se non con quelli che vanno per la strada del bene. Gli altri vi pervertirebbero coi discorsi e cogli esempi; appassirebbero in voi il delicato fiore dell'innocenza, che sorge soave profumo sulla giovinezza (C. Cantù).

13

Nella giovinezza non hai raccolto; come potresti procurarti qualcosa nella vecchiaia? (Siracide)

14

Non c'è assolutamente nulla al mondo, fuorché la giovinezza! (O. Wilde)

15

Per riacquistare la giovinezza basta solo ripeterne le follie. (Oscar Wilde)

16

Se è vero che la giovinezza è un difetto, ce ne correggiamo in fretta (Wolfang Goethe)

GIRO

1

Chi va in giro sparlando rivela un segreto, non associarti a chi ha sempre aperte le labbra. (Salomone)

2

Correre qua e là non ti servirà a niente: tu vai in giro con le tue passioni, i tuoi mali ti seguono. (Seneca)

3

Dovunque il guardo io giro, / immenso Dio ti vedo; / nell'opre tue t'ammiro, / ti riconosco in me. / La terra, il mar, le sfere parlan del tuo potere: / tu sei per tutto e noi / tutti viviamo in te (P. Metastasio).

4

L'umorismo è lo zucchero della vita. Ma quanta saccarina c'è in giro (Trilussa)

5

La fortuna è messa in moto dal veloce giro di una ruota instabile (Tibullo)

6

Meglio uno che lavora e abbonda di tutto che chi va in giro vantandosi e manca di cibo. (Siracide)

7

Può ben dire la sua un leone, quando a dir la loro c'è tanti asini in giro. (William Shakespeare)

GIROLAMO

1

Chi è diligente e saggio, anche se ha da imparare qualcosa, già insegna ponendo la sua domanda con avvedutezza. (S. Girolamo)

2

Mentre tutti gli altri vizi si indeboliscono con l'età, l'avarizia solo conserva il vigore della gioventù. (S. Girolamo)

3

Ogni peccato, paragonato alla bestemmia, è più leggero. (S. Girolamo)

4

Sta attento a non voler diventare prima maestro e poi allievo, prima ufficiale e poi soldato. Sta attento a non imboccare una strada mai percorsa se non c'è chi ti insegni. Potrebbe essere una strada sbagliata. Nessun'arte si può imparare senza maestro. Ti occorrerà molto tempo per imparare ciò che devi insegnare. (S. Girolamo)

GIÙ

1

Il mondo non è che una continua altalena. Tutte le cose vanno su e giù senza posa. (Michel de Montaigne)

2

La moglie è un po' più in su della serva e un po' più in giù dell'amante. (Giuseppe Prezzolini)

3

Tutto ciò che trovi da fare, fallo finché ne sei in grado, perché non ci saràattività, né ragione, né scienza, né sapienza giù negli inferi, dove stai per andare. (Ecclesiaste)

GIUBBA

1

Ci si mette spesso in giubba per non saltare meglio che in saio. (Michel de Montaigne)

2

L'uomo vano ed ignorante gongola di piacere alle lodi che voi date al suo cappello, alla sua giubba, al suo abito, mentre un uomo di spirito ne rimane offeso (M. Gioia)

GIUDICA

1

Come uno è di dentro, così giudica di fuori. Chi è puro di cuore è tutto preso dalla gioia, per quanta gioia è nel mondo. Se, invece, da qualche parte, ci sono tribolazioni ed angustie, queste le avverte di più chi ha il cuore perverso. (T. da Kempis)

2

Il mondo giudica gli uomini non dalle prove, ché non ha tempo di ricercarle, ma dalle apparenze, onde poco basta a passare per una perla e pochissimo per un briccone (A. Gabelli).

3

In ogni cosa tieni l'occhio fisso al termine finale; tieni l'occhio, cioè, a come comparirai dinanzi al giudice supremo; al giudice che vede tutto, non si lascia placare con doni, non accetta scuse; e giudica secondo giustizia. (T. da Kempis)

4

L'ingegno di un uomo si giudica meglio dalle sue domande che dalle sue risposte (Duca di Lévis)

5

L'uomo retto, ben trova motivo di pianto doloroso. Sia che rifletta su di sé o che vada pensando agli altri, egli comprende che nessuno vive quaggiù senza afflizioni; e quanto più severamente si giudica, tanto maggiormente si addolora. (T. da Kempis)

6

L'uomo vede in superficie, Dio invece vede nel cuore; l'uomo guarda alle azioni esterne. Dio giudica invece le intenzioni. (T. da Kempis)

7

La gente giudica poco secondo la verità, molto secondo le opinioni. (Cicerone)

8

Se pure è padrone del mondo intero, è un infelice l'uomo che non giudica ingentissimi i propri beni. (Epicuro)

9

Solo la gente mediocre non giudica dalle apparenze. (O. Wilde)

GIUDICANO

1

I critici giudicano le opere e non sanno essere giudicati da esse. (Jean Cocteau)

2

I figli da piccoli amano i genitori. Una volta cresciuti li giudicano. Raramente, per non dire mai, li perdonano. (O. Wilde)

3

Solo le persone superficiali non giudicano dalle apparenze. (Oscar Wilde)

GIUDICARE

1

Come s'addice il giudicare ai capelli bianchi, e agli anziani intendersi di consigli! (Siracide)

2

Il mio giudice è il Signore! Non vogliate perciò giudicare nulla prima del tempo, finché venga il Signore. (S. Paolo)

3

Il nostro essere è il nostro passato. E solamente col passato è possibile giudicare le persone (Oscar Wilde)

4

Il pregiudizio è un'opinione che non si fonda sul giudizio. Così in tutti i paesi del mondo si inoculano ai bambini tutte le opinioni che si vuole, prima che essi possano giudicare di testa loro. (Voltaire)

5

Io ho le mie leggi e il mio tribunale per giudicare di me, e mi ci rivolgo più che ad altri. (Michel de Montaigne)

6

Non giudicare gli uomini dalla diversità dei monumenti funebri e delle tombe che adornano le strade: la cenere rende tutti uguali. (Seneca)

7

Non giudicare il dramma prima che sia finito. (Sir John Davies)

8

Non si deve giudicare il merito di un uomo dalle sue grandi qualità ma dall'uso che sa farne (François de la Rochefoucauld)

9

Rivolgi gli occhi a te stesso e stai attento a non giudicare quel che fanno gli altri. In tale giudizio si lavora senza frutto; frequentemente ci si sbaglia e facilmente si cade in peccato. Invece, nel giudizio e nel vaglio di se stessi, si opera sempre fruttuosamente. (T. da Kempis)

10

Si ha il diritto di giudicare un uomo dall'influenza che esercita sugli amici. (O. Wilde)

11

Si può giudicare del grado di civiltà di un popolo dalla situazione sociale della donna. (F. Sarmiento)

12

Solo chi non ha fame è in grado di giudicare la qualità del cibo. (Alessandro Morandotti)

13

Sono solo i superficiali a non giudicare dalle apparenze (Oscar Wilde)

GIUDICATE

1

Non giudicate secondo l'apparenza. (24 Giovanni evangelista 7)

2

Non giudicate, per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati. (Gesù)

GIUDICATI

1

I critici giudicano le opere e non sanno essere giudicati da esse. (Jean Cocteau)

2

Non giudicate, per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati. (Gesù)

GIUDICE

1

Ascolta la voce della tua coscienza, che ti dice di fare il bene e di evitare il male. Prima di agire, interroga questo giudice infallibile, che hai dentro di te. (G. Nardi)

2

Chiede il giudice le spese del processo, l'avvocato chiede l'onorario: penso, o Sesto, che convenga pagare il creditore. (Marziale)

3

Il mio giudice è il Signore! Non vogliate perciò giudicare nulla prima del tempo, finché venga il Signore. (S. Paolo)

4

In ogni cosa tieni l'occhio fisso al termine finale; tieni l'occhio, cioè, a come comparirai dinanzi al giudice supremo; al giudice che vede tutto, non si lascia placare con doni, non accetta scuse; e giudica secondo giustizia. (T. da Kempis)

5

Non muovere causa a un giudice, perché giudicheranno in suo favore secondo il suo parere. (Siracide)

6

Un uomo onesto depone la veste di amico quando indossa quella del giudice. (Cicerone)

GIUDICHI

1

Se giudichi il denaro un bene, ti angustierà una povertà falsa. (Seneca)

2

Strappa l'oppresso dal potere dell'oppressore, non esser pusillanime quando giudichi. (Siracide)

GIUDIZI

1

Fratelli, non comportatevi da bambini nei giudizi; siate come bambini quanto a malizia, ma uomini maturi quanto ai giudizi. (S. Paolo)

GIUDIZIO

1

A sangue caldo niun giudizio saldo. (Proverbio)

2

Avete inteso che fu detto: Occhio per occhio e dente per dente; ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi se uno ti percuote la guancia destra, tu porgigli anche l'altra; e a chi ti vuol chiamare in giudizio per toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà a fare un miglio, tu fanne con lui due. (Gesù)

3

Chi vuole che il suo giudizio sia creduto lo pronunci freddamente e senza passione (Arthur Schopenhauer)

4

Devi darti da fare adesso, e piangere i tuoi peccati, per poter essere senza pensiero nel giorno del giudizio. (T. da Kempis)

5

E' cosa difficile tener fermo il proprio giudizio contro le opinioni comuni. (Michel de Montaigne)

6

Figlio, non sopportare di mal animo se certuni danno un cattivo giudizio su di te e dicono, nei tuoi confronti, parole che non ascolti con piacere. Il tuo giudizio su te stesso deve essere ancora più grave; devi credere che non ci sia nessuno più debole di te. (T. da Kempis)

7

Il pregiudizio è un'opinione che non si fonda sul giudizio. Così in tutti i paesi del mondo si inoculano ai bambini tutte le opinioni che si vuole, prima che essi possano giudicare di testa loro. (Voltaire)

8

Mantieni una religiosa riverenza dinanzi al giudizio divino, dinanzi allo sdegno dell'Onnipotente. Non volere, dunque, sondare l'operato dell'Altissimo. Esamina invece le tue iniquità: in quante cose hai errato e quante cose buone hai tralasciato. (T. da Kempis)

9

Non giudicate, per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con la quale misurate sarete misurati. (Gesù)

10

Per certo, quando sarà giunto il giorno del giudizio, non ci verrà chiesto che cosa abbiamo studiato, ma piuttosto che cosa abbiamo fatto; né ci verrà chiesto se abbiamo saputo parlare bene, ma piuttosto se abbiamo saputo vivere devotamente. (T. da Kempis)

11

Per saggiare la realtà dobbiamo farla camminare sulla corda tesa. Quando le verità si fanno acrobati, possiamo darne un giudizio. (O. Wilde)

12

Prima del giudizio esamina te stesso, così al momento del verdetto troverai perdono. (Siracide)

13

Quaggiù il successo è il solo metro di giudizio di ciò che è buono o cattivo. (Adolf Hitler)

14

Radice d'ogni male è la cupidigia: essa commette i sacrilegi e i furti, compie le rapine e le prede, cagiona le guerre e gli omicidi, chiede e riceve iniquamente, ingiustamente negozia, dà o riceve ad usura, presiede alle frodi, scioglie il patto, viola il giuramento, corrompe la testimonianza, perverte il giudizio (S. Innocenzo).

15

Rivolgi gli occhi a te stesso e stai attento a non giudicare quel che fanno gli altri. In tale giudizio si lavora senza frutto; frequentemente ci si sbaglia e facilmente si cade in peccato. Invece, nel giudizio e nel vaglio di se stessi, si opera sempre fruttuosamente. (T. da Kempis)

16

Saggio è colui che non ritiene infallibile il suo giudizio e non si lascia abbagliare da tutto ciò che gli sembra buono (Hazrat Ali)

17

Sei per dare alcun giudizio? / Prendi norma dall'arciero. / Troppo andrai lungi dal vero / se tu fai con precipizio. / Ma cautela usa ed ingegno, / se vuoi cogliere nel segno. (G. Perego).

18

Sospendere il giudizio serve solo a dichiarare che la verità sta da qualche parte. Se solo sapessimo dove (W. Cowper)

19

Tutti si lamentano di avere poca memoria, nessuno si lamenta di avere poco giudizio. (Cicerone)

20

Tutto è vanità, fuorché amare Iddio e servire a Lui solo. E perciò, colui che ama Dio con tutto il suo cuore non ha paura né della morte, né della condanna, né del giudizio, né dell'inferno. (T. da Kempis)

21

Un amore perfetto porta con tutta sicurezza a Dio; chi invece continua ad amare il peccato ha paura e - ciò non fa meraviglia - della morte e del giudizio. (T. da Kempis)

GIULIO

1

A parlare male degli altri si fa peccato, ma spesso si indovina. (Giulio Andreotti)

2

Amo il tradimento, ma odio il traditore (Giulio Cesare)

3

Aveva spiccatissimo il senso della famiglia. Era infatti bigamo ed oltre. (Giulio Andreotti)

4

Il potere logora chi non ce l'ha. (Giulio Andreotti)

5

In guerra gli eventi importanti sono il risultato di cause banali. (Giulio Cesare)

6

La cattiveria dei buoni è pericolosissima. (Giulio Andreotti)

7

Non bisogna mai lasciare tracce. (Giulio Andreotti)

GIUNCO

1

L'uomo non è nulla più di un giunco, il più debole della natura: ma è un giunco pensante. (Blaise Pascal)

GIUNGE

1

Anche se lentamente, tuttavia il castigo giunge con passi silenziosi (Tibullo)

2

Non appena si giunge all'età giusta per saperne di più, è proprio allora che non si sa niente di niente. (Oscar Wilde)

3

Ogni evento che si è aspettato a lungo, giunge più sopportabile. (Seneca)

GIUNGERANNO

1

Non compiacerti del benessere degli empi, ricòrdati che non giungeranno agli inferi impuniti. (Siracide)

2

Per quanto i beneficati vi divengano nemici, è certo che essi non giungeranno mai a portarvi via la più grande ricompensa concessa quaggiù all'uomo benefico, la quale consiste nella santa compiacenza di aver compiuta una nobile azione (F. G. Bortolotti).

GIUNGERE

1

Quando hai dolori e tribolazioni, allora è il momento per farti dei meriti. Giacché occorre che tu passi attraverso il "fuoco e l'acqua" prima di giungere nel refrigerio. E se non farai violenza a te stesso, non vincerai i tuoi vizi. (T. da Kempis)

2

Se vai cercando la tua pace in questa vita, come potrai giungere alla pace eterna? Non a una piena di tranquillità, ma a una grande sofferenza ti devi preparare. Giacché la pace vera non la devi cercare in terra, ma nei cieli; non negli uomini, o nelle altre creature, ma soltanto in Dio. (T. da Kempis)

3

Tacere del tutto è più facile che evitare le intemperanze del discorrere, come è più facile stare chiuso in casa che sapersi convenientemente controllare fuori casa. Perciò colui che vuole giungere alla spiritualità interiore, deve, insieme con Gesù, ritirarsi dalla gente. (T. da Kempis)

GIUNTO

1

Per certo, quando sarà giunto il giorno del giudizio, non ci verrà chiesto che cosa abbiamo studiato, ma piuttosto che cosa abbiamo fatto; né ci verrà chiesto se abbiamo saputo parlare bene, ma piuttosto se abbiamo saputo vivere devotamente. (T. da Kempis)

2

Sono giunto al punto di disperare in cuor mio per tutta la fatica che avevo durato sotto il sole, perché chi ha lavorato con sapienza, con scienza e con successo dovrà poi lasciare i suoi beni a un altro che non vi ha per nulla faticato. Anche questo è vanità e grande sventura. (Ecclesiaste)

GIURA

1

Il linguaggio di chi giura spesso fa rizzare i capelli, e le loro questioni fan turare gli orecchi. (Siracide)

2

Vi è una sorte unica per tutti, per il giusto e l'empio, per il puro e l'impuro, per chi offre sacrifici e per chi non li offre, per il buono e per il malvagio, per chi giura e per chi teme di giurare. (Ecclesiaste)

GIURAMENTI

1

Un bugiardo è sempre prodigo di giuramenti. (Pierre Corneille)

2

Un uomo dai molti giuramenti si riempie di iniquità; il flagello non si allontanerà dalla sua casa. (Siracide)

GIURAMENTO

1

Non abituare la bocca al giuramento, non abituarti a nominare il nome del Santo. (Siracide)

2

Radice d'ogni male è la cupidigia: essa commette i sacrilegi e i furti, compie le rapine e le prede, cagiona le guerre e gli omicidi, chiede e riceve iniquamente, ingiustamente negozia, dà o riceve ad usura, presiede alle frodi, scioglie il patto, viola il giuramento, corrompe la testimonianza, perverte il giudizio (S. Innocenzo).

GIURARE

1

Non giurate affatto: né per il cielo, perché è il trono di Dio; né per la terra, perché è lo sgabello per i suoi piedi; né per Gerusalemme, perché è la città del gran re. Non giurare neppure per la tua testa, perché non hai il potere di rendere bianco o nero un solo capello. Sia invece il vostro parlare sì, sì; no, no; il di più viene dal maligno. (Gesù)

2

Vi è una sorte unica per tutti, per il giusto e l'empio, per il puro e l'impuro, per chi offre sacrifici e per chi non li offre, per il buono e per il malvagio, per chi giura e per chi teme di giurare. (Ecclesiaste)

GIUSEPPE

1

A quel tempo visse Gesù, un uomo santo, se pure uomo può essere chiamato, perché egli fece cose meravigliose, insegnò agli uomini e in letizia ricevette la verità: fu seguito da molti Ebrei e da molti Greci. Egli era il Messia.(Giuseppe Flavio)

2

In Italia nulla è stabile, fuorché il provvisorio.(Giuseppe Prezzolini)

3

La famiglia è la patria del core. (Giuseppe Mazzini)

4

La moglie è un po' più in su della serva e un po' più in giù dell'amante. (Giuseppe Prezzolini)

5

La morte si sconta vivendo. (Giuseppe Ungaretti)

6

Non c'è modo migliore di apprendere che insegnare ad altri. (Giuseppe Sermonti)

7

Per comandare gli altri è necessario saper ingannare se stessi. (Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

GIUSTA

1

Chiunque può arrabbiarsi, questo è facile. Ma arrabbiarsi con la persona giusta, e nel grado giusto, ed al momento giusto, e per lo scopo giusto, e nel modo giusto, questo non è nelle possibilità di chiunque e non è facile. (Aristotele)

2

Eloquenza è dire la cosa giusta e fermarsi. (L. L. Levinson)

3

Il bravo insegnante è una giusta sintesi di disposizione naturale e di esercizio costante (Protagora)

4

Il nostro desiderio è irresoluto e incerto; non sa otteneregodere in misura giusta. (Michel de Montaigne)

5

L'esistenza sia una giusta combinazione tra moralità e morale predominante. (Seneca)

6

Lampada che arde sul candelabro santo, così la bellezza del volto su giusta statura. (Siracide)

7

Mi domandi quale sia la giusta misura della ricchezza? Primo avere il necessario, secondo quanto basta. (Seneca)

8

Non appena si giunge all'età giusta per saperne di più, è proprio allora che non si sa niente di niente. (Oscar Wilde)

9

Non bisogna guardare quale sia il premio di una giusta azione: il premio maggiore consiste nella giustizia. (Seneca)

10

Se il giornalismo vuol essere una potenza accettata da tutti, conviene che rappresenti l'opinione pubblica, quando è giusta e ragionevole; e sappia anche ricondurla sul buon cammino quando si svia; conviene si faccia, prima di tutto, sostenitore e vindice di quei principi elementari di giustizia e di onestà, che sono anteriori a tutti i codici e sono i soli e veri cardini della società umana (M. D'Azeglio).

GIUSTAMENTE

1

Giustamente può essere deriso chi, privo di valore, fa lo spaccamontagne. (Fedro)

2

L'uomo ha giustamente paura di restar vittima di una oppressione che lo privi della libertà interiore, della possibilità di esternare la verità di cui è convinto, della fede che professa, della facoltà di obbedire alla voce della coscienza che gli indica la retta via da seguire. (Giovanni Paolo II)

3

Le ricchezze sono giustamente disprezzate dall'uomo saggio, perché uno scrigno ricco impedisce la lode genuina. (Fedro)

4

Perde giustamente il proprio chi brama l'altrui. (Fedro)

GIUSTE

1

Le parole giuste al posto giusto, fanno la vera definizione dello stile. (Jonathan Swift)

2

Scienziato non è colui che sa dare le vere risposte, ma colui che sa porre le giuste domande (Levi Strauss)

3

Si fa torto alle parti giuste quando si vuole aiutarle con truffe. (Michel de Montaigne)

GIUSTI

1

Ascolta i critici anche quando non sono giusti; resisti loro anche se lo sono. (Jean Rostand)

2

Avete inteso che fu detto: Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico; ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per i vostri persecutori, perché siate figli del Padre vostro celeste, che fa sorgere il suo sole sopra i malvagi e sopra i buoni, e fa piovere sopra i giusti e sopra gli ingiusti. (Gesù)

3

Capitanata dalle corone o capitanata dal berretto, la discordia civile è il pessimo di quanti flagelli possono percuotere un popolo (G. Giusti).

4

E' impossibile essere giusti, se non si è umani. (L. de Clapiers)

5

Esistono due classi di uomini: i giusti e gli ingiusti. La divisione viene fatta dai giusti. (O. Wilde)

6

I pensieri dei giusti sono equità, i propositi degli empi sono frode. (Salomone)

7

Il sapersi adattare è una gran virtù. Risparmia infinite molestie e concilia la benevolenza degli altri. (G. Giusti)

8

La strada dei giusti è come la luce dell'alba, che aumenta lo splendore fino al meriggio. (Salomone)

9

Socrate, il più sapiente degli uomini, piuttosto che adulare i suoi concittadini (che erano ben altra cosa che i nostri d'ora), scelse di morire; ma la sua memoria non morirà mai. (G. Giusti)

10

Vedrai nel mondo districare speditamente la matassa delle cose più dalla zampa degli asini pratici, che dalla mano dei teorici saputissimi. Con questo non intendo anteporre l'ignoranza alla dottrina, ma asserisco che il sapere privo dell'esperienza della vita, è una dotta goffaggine, bisbetica e sterile (G. Giusti).

GIUSTIFICARE

1

Come giustificare il fatto che ingenti somme di danaro che potrebbero e dovrebbero essere destinate a incrementare lo sviluppo dei popoli, sono invece utilizzate per l'arricchimento di individui o di gruppi, ovvero assegnate all'ampliamento degli arsenali di armi, sia nei Paesi sviluppati sia in quelli in via di sviluppo, sconvolgendo così le vere priorità? (Giovanni Paolo II)

2

Il fine può giustificare i mezzi purché ci sia qualcosa che giustifichi il fine. (Leone Trotsky)

3

La collera ingiusta non si potrà giustificare, poiché il traboccare della sua passione sarà la sua rovina. (Siracide)

GIUSTIZIA

1

Beati i perseguitati per causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. (Gesù)

2

Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. (Gesù)

3

Ciò che è, già è stato; ciò che sarà, già è; Dio ricerca ciò che è già passato. Ma ho anche notato che sotto il sole al posto del diritto c'è l'iniquità e al posto della giustizia c'è l'empietà. (Ecclesiaste)

4

Corona magnifica è la canizie, ed essa si trova sulla via della giustizia. (Salomone)

5

Fuggi le passioni giovanili; cerca la giustizia, la fede, la carità, la pace, insieme a quelli che invocano il Signore con cuore puro. (S. Paolo)

6

In ogni cosa tieni l'occhio fisso al termine finale; tieni l'occhio, cioè, a come comparirai dinanzi al giudice supremo; al giudice che vede tutto, non si lascia placare con doni, non accetta scuse; e giudica secondo giustizia. (T. da Kempis)

7

L'esperienza del passato e del nostro tempo dimostra che la giustizia da sola non basta e che, anzi, può condurre alla negazione e all'annientamento di se stessa, se non si consente a quella forza più profonda, che è l'amore, di plasmare la vita umana nelle sue varie dimensioni. (Giovanni Paolo II)

8

L'ingiustizia in qualsiasi luogo è una minaccia alla giustizia ovunque (Martin Luther King)

9

L'iniquo accetta regali di sotto il mantello per deviare il corso della giustizia. (Salomone)

10

L'uomo potrà sfuggire alla giustizia umana ma non a quella divina. (S. Pio da Pietrelcina)

11

La giustizia è il fermo e assiduo desiderio di rendere a ciascuno il dovuto. (Giustiniano)

12

La giustizia è la gloria suprema delle virtù. (Marco Tullio Cicerone)

13

La libertà non fondata sulla giustizia è una parola vuota, buona per nascondere illusioni. Proprio i più grandi tiranni del genere umano hanno glorificato a voce più alta la libertà. (S. Staszic)

14

La punizione è giustizia per l'ingiusto. (Sant'Agostino)

15

La situazione dell'uomo nel mondo contemporaneo, infatti, sembra lontana dalle esigenze oggettive dell'ordine morale, come dalle esigenze della giustizia e, ancora più, dell'amore sociale. (Giovanni Paolo II)

16

La voce della maggioranza non è garanzia di giustizia. (Johann Christoph Friedrich von Schiller)

17

Le stesse leggi della giustizia non possono sussistere senza una certa mescolanza d'ingiustizia. (Michel de Montaigne)

18

Non affannatevi dicendo: Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo? Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno. Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. (Gesù)

19

Non bisogna guardare quale sia il premio di una giusta azione: il premio maggiore consiste nella giustizia. (Seneca)

20

Non esagerare con nessuno; non fare nulla senza giustizia. (Siracide)

21

Non v'accorgete voi che noi siam vermi / nati a formar l'angelica farfalla, / che vola alla giustizia senza schermi? (Dante)

22

Poco con onestà è meglio di molte rendite senza giustizia. (Salomone)

23

Quando regna la giustizia, la fede si trova nei trattati, la sicurezza negli affari, l'ordine nella politica; la terra è nella sicurezza e il cielo medesimo, per così dire, ci risplende più gradevolmente (B. Bossuet)

24

Quanti temono il Signore troveranno la giustizia, le loro virtù brilleranno come luci. (Siracide)

25

Se il giornalismo vuol essere una potenza accettata da tutti, conviene che rappresenti l'opinione pubblica, quando è giusta e ragionevole; e sappia anche ricondurla sul buon cammino quando si svia; conviene si faccia, prima di tutto, sostenitore e vindice di quei principi elementari di giustizia e di onestà, che sono anteriori a tutti i codici e sono i soli e veri cardini della società umana (M. D'Azeglio).

26

Tutto ho visto nei giorni della mia vanità: perire il giusto nonostante la sua giustizia, vivere a lungo l'empio nonostante la sua iniquità. (Ecclesiaste)

27

Un eunuco che vuol deflorare una ragazza, così chi vuol rendere giustizia con la violenza. (Siracide)

GIUSTO

1

Argento pregiato è la lingua del giusto, il cuore degli empi vale ben poco. (Salomone)

2

Basta che esista un solo giusto perché il mondo meriti di essere stato creato (Talmud)

3

Chiunque può arrabbiarsi, questo è facile. Ma arrabbiarsi con la persona giusta, e nel grado giusto, ed al momento giusto, e per lo scopo giusto, e nel modo giusto, questo non è nelle possibilità di chiunque e non è facile. (Aristotele)

4

Ci sono degli uomini a idee fisse, che parlano sempre di una stessa cosa e somigliano agli orologi fermi, che segnano sempre la stessa ora, con quest'unica differenza, che questi una volta al giorno segnano giusto. (A. Gabelli)

5

Fonte di vita è la bocca del giusto, la bocca degli empi nasconde violenza. (Salomone)

6

Gloria significa soprattutto morire al momento giusto. (A. Polgar)

7

Guarda due volte per veder giusto, guarda una volta per veder bello. (Amiel)

8

Il giusto, che cade in peccato grave, somiglia ad un mercante che ha ammassato immensi tesori e al momento d'approdare perde ogni cosa. (S. Basilio).

9

Il momento giusto per divorziare è quello prima del fidanzamento. (Reuben Hill)

10

La coscienza di aver ben distribuito le altre ore è un giusto e saporoso condimento delle tavole. (Michel de Montaigne)

11

La pazienza è la più eroica delle virtù giusto perchè non ha nessuna apparenza d'eroico. (G. Leopardi)

12

La potenza non consiste nel colpire forte o spesso, ma nel colpire giusto. (Balzac)

13

La vita è un giusto miscuglio di dolori e di gioie. (Fedro)

14

Le parole giuste al posto giusto, fanno la vera definizione dello stile. (Jonathan Swift)

15

Meglio una bugia al momento giusto che la verità al momento sbagliato.. (Oscar Wilde)

16

Non farti giusto davanti al Signoresaggio davanti al re. (Siracide)

17

Non è giusto disprezzare un povero assennato e non conviene esaltare un uomo peccatore. (Siracide)

18

Pazzo diremmo il saggio, iniquo il giusto, se varcassero il limite concesso, fosse pure della virtù. (Orazio)

19

Sapere cosa è giusto e non farlo è codardia. (Confucio)

20

Se sarai costante nella fede e fervoroso nelle opere, Dio, senza dubbio, sarà giusto e generoso nella ricompensa. (T. da Kempis)

21

Sotto un governo che imprigiona ingiustamente chiunque, il vero posto per un giusto è la prigione. (D. Thoreau)

22

Tutto ho visto nei giorni della mia vanità: perire il giusto nonostante la sua giustizia, vivere a lungo l'empio nonostante la sua iniquità. (Ecclesiaste)

23

Vi è una sorte unica per tutti, per il giusto e l'empio, per il puro e l'impuro, per chi offre sacrifici e per chi non li offre, per il buono e per il malvagio, per chi giura e per chi teme di giurare. (Ecclesiaste)

24

Vivrai da uomo giusto, se ti adegui alla fama. (Orazio)