PAROLE

FRASI (In blu le parole cliccabili)

FAVOREVOLE

1

Mentre si perde tempo a decidere, spesso si perde l'occasione favorevole (Publilio Siro)

2

Non fare gran conto di chi ti sia favorevole o contrario; piuttosto preoccupati assai che, in ogni cosa che tu faccia, Dio sia con te. Abbi retta coscienza; Dio sicuramente ti difenderà. Non ci sarà cattiveria che possa nuocere a colui che Dio vorrà aiutare. (T. da Kempis)

FEBBRE

1

L'amore è come la febbre. Nasce e si spegne senza che la volontà vi abbia la minima parte (Stendhal)

2

Se in te arde la febbre dell'avarizia, cibati di questo Pane, e imparerai la generosità. (S. Cirillo)

3

Se ti senti ardere dalla febbre dell'impurità, accostati al Banchetto degli Angeli, e la Carne immacolata di Cristo ti farà puro e casto. (S. Cirillo)

FECE

1

A quel tempo visse Gesù, un uomo santo, se pure uomo può essere chiamato, perché egli fece cose meravigliose, insegnò agli uomini e in letizia ricevette la verità: fu seguito da molti Ebrei e da molti Greci. Egli era il Messia.(Giuseppe Flavio)

2

Anche se uno è schiavo, è di carne come noi; nessuno infatti nacque mai schiavo per legge di natura; fu il caso che fece schiavo il suo corpo. (Filemone)

3

Aurelio, martire di Cristo, qui riposa. Patì sotto Diocleziano. La moglie Petronia si fece forza a seppellir le mie ossa in questo luogo. Cessate, o figlie, di piangere con la madre e credete che non è bello piangere chi vive in Dio. (Antica epigrafe cristiana)

4

Il peccatore, col commettere la colpa mortale, fa come un contadino, il quale piantò una vigna, la coltivò studiosamente finché fece frutto: ne fece il vino e lo pose in botti aperte, cosicché tutto il vino si disperse. Così col peccato si perde quanto si è fatto di bene. (S. Efrem).

5

Un celebre avvocato, arricchito alle spese dei litiganti cocciuti e minchioni, fece edificare un bel palazzo e fece incidere a caratteri d'oro sul portone quest'arguta iscrizione: "Discordia civium, concordia lapidum" (G. Strafforello).

FECONDA

1

Il peccatore somiglia ad un deserto che nulla produce e ricetta solo insetti nocivi o animali selvaggi. Comtutto squallido dove manca Iddio! Quale arsura ove non cade la rugiada celeste! Quale sterilità ove il sole non feconda! (S. Tommaso da Villanova).

2

In una convivenza ordinata e feconda va posto come fondamento il principio che ogni essere umano è persona, cioè una natura dotata di intelligenza e di volontà libera; e quindi è soggetto di diritti e di doveri che scaturiscono immediatamente e simultaneamente dalla sua stessa natura: diritti e doveri che sono perciò universali, inviolabili, inalienabili. (Giovanni XXIII)

3

La conversazione è feconda soltanto tra spiriti dediti a consolidare la propria perplessità (Emile M. Cioran)

FEDE

1

Chi non è pronto a morire per la sua fede non è degno di professarla. (Benito Mussolini)

2

Chi perde soldi, perde tanto. Chi perde un amico, perde ancora di più. Chi perde la fede, perde tutto. (Eleanor Roosevelt)

3

Chi sterilmente crede / non ha verace fede. / Uom, la tua fede è morta, / se frutto alcun non dà, se non le son di scorta / speranza e carità (G. Rossetti).

4

Come il corpo senz'anima è privo di vita, così la fede senza le opere è morta. (S. Giacomo)

5

Fuggi le passioni giovanili; cerca la giustizia, la fede, la carità, la pace, insieme a quelli che invocano il Signore con cuore puro. (S. Paolo)

6

Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa, ho conservato la fede. (S. Paolo)

7

L'uomo assennato ha fiducia nella legge, la legge per lui è degna di fede come un oracolo. (Siracide)

8

L'uomo ha giustamente paura di restar vittima di una oppressione che lo privi della libertà interiore, della possibilità di esternare la verità di cui è convinto, della fede che professa, della facoltà di obbedire alla voce della coscienza che gli indica la retta via da seguire. (Giovanni Paolo II)

9

La fede che non dubita non è fede. (Miguel de Unamuno)

10

La fede cominciadove la religione finisce. (Sören Kierkegaard)

11

La fede consiste nel credere non ciò che sembra vero, ma ciò che sembra falso al nostro intelletto. (Voltaire)

12

La fede degli amanti è come l'araba fenice: che vi sia ciascuno lo dice, dove sia nessuno lo sa (Pietro Metastasio)

13

La fede sposta le montagne. (San Paolo)

14

La fede è il fondamento di ciò che speriamo e la prova delle cose che non vediamo. (1 Ebrei 11)

15

La fede è quella virtù soprannaturale, per cui crediamo sull'autorità di Dio ciò che Egli ha rivelato e ci propone a credere per mezzo della Chiesa. (Catechismo di S. Pio X)

16

Lo scetticismo è l'inizio della fede. (O. Wilde)

17

Madre, sposa, sorella, la donna è la carezza della vita, la soavità dell'affetto diffusa sulle tue fatiche, un riflesso sull'individuo della Provvidenza amorevole che veglia sull'umanità. Il primo santo bacio d'amica insegna all'uomo la speranza, la fede nella vita; e l'amore e la fede creano il desiderio del meglio. (G. Mazzini)

18

Ora tre sono i fondamenti della nostra vita spirituale: fede, speranza, carità. Maggiore di tutti è la carità. (S. Paolo)

19

Perché vi affannate per il vestito? Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro. Ora se Dio veste così l'erba del campo, che oggi c'è e domani verrà gettata nel forno, non farà assai più per voi, gente di poca fede? (Gesù)

20

Quando regna la giustizia, la fede si trova nei trattati, la sicurezza negli affari, l'ordine nella politica; la terra è nella sicurezza e il cielo medesimo, per così dire, ci risplende più gradevolmente (B. Bossuet)

21

Sarebbe far torto alla bontà divina, se l'universo non fosse all'unisono con la nostra fede. (Michel de Montaigne)

22

Se avrò avuto il dono della profezia e conosciuto tutti i misteri e tutte le scienze: e se avrò avuto tale fede da far muovere le montagne, e mi sarà mancato la carità, io sono nulla. (S. Paolo)

23

Se sarai costante nella fede e fervoroso nelle opere, Dio, senza dubbio, sarà giusto e generoso nella ricompensa. (T. da Kempis)

24

Se vuoi trarre profitto, leggi con animo umile e semplice, con fede. E non aspirare mai alla fama di studioso. Ama interrogare e ascoltare in silenzio la parola dei santi. E non essere indifferente alle parole dei superiori: esse non vengono pronunciate senza ragione. (T. da Kempis)

25

Sii sempre impavidamente cristiano, pronto a santamente osare per il trionfo del tuo Signore e Re. Suscita in te questi sentimenti di fierezza cristiana pensando anche alla grande bontà di Dio verso di te. Quale merito avevi per essere chiamato alla vera fede? Se fossi nato in terra infedele, forse saresti ancora un povero pagano! (G. Nardi)

26

Solo chi ha fede in se stesso può essere fedele agli altri (Erich Fromm)

27

Una fede; ecco quello ch'è necessario all'uomo. Guai a chi non crede a nulla. (Victor Hugo)

FEDELE

1

Allora la donna è fedele ad uno, quando il turco si fa cristiano. (G. Verga)

2

Ingannevole e incostante è l'amore della creatura; fedele e durevole è l'amore di Gesù. Chi s'attacca alla creatura cadrà con la creatura, che facilmente vien meno; chi abbraccia Gesù troverà saldezza per sempre. (T. da Kempis)

3

L'amore è sollecito, sincero e devoto; lieto e sereno; forte e paziente; fedele e prudente; longanime; virile e sempre dimentico di sé: ché, se uno cerca se stesso, esce fuori dall'amore. (T. da Kempis)

4

Manteniamo senza vacillare la professione della nostra speranza, perché è fedele colui che ha promesso. (S. Paolo)

5

Per un amico fedele, non c'è prezzo, non c'è peso per il suo valore. (Siracide)

6

Quanto poco c'è da fidarsi di una donna che si fa cogliere in flagrante fedeltà ! Oggi fedele a te, domani ad un altro. (Karl Kraus)

7

Segui il consiglio del tuo cuore, perché nessuno ti sarà più fedele di lui. (Siracide)

8

Sii fedele alla preghiera, perché essa è di ostacolo al peccato e al male (Corano)

9

Solo chi ha fede in se stesso può essere fedele agli altri (Erich Fromm)

10

Un amico fedele è un balsamo di vita, lo troveranno quanti temono il Signore. (Siracide)

11

Un amico fedele è una protezione potente, chi lo trova, trova un tesoro. (Siracide)

FEDELI

1

I giovani vorrebbero essere fedeli e non lo sono; i vecchi vorrebbero essere infedeli e non possono. È tutto quello che se ne può dire. (O. Wilde)

2

La liturgia deve parlare al cuore di tutti i fedeli, ma, purtroppo, molti per ignoranza restano indifferenti ed inerti spettatori delle azioni liturgiche, che si svolgono sull'altare! Impara a gustare lo spirito della Chiesa e troverai una sorgente limpida e potente di elevazioni spirituali. (G. Nardi)

3

Le donne siano dignitose, non pettegole, sobrie, fedeli in tutto. (S. Paolo)

4

Le infedeli al marito, sono capaci di essere fedeli all'amante. (S. Freud)

5

Quelli che sono fedeli conoscono solo il lato banale dell'amore: sono gli infedeli che ne conoscono le tragedie. (O. Wilde)

FEDELTÀ

1

Comune è il nome di amico, ma la fedeltà è rara. (Fedro)

2

Grande è la fedeltà della donna soprattutto quando non è richiesta. (Sören Kierkegaard)

3

La fedeltà è, per la vita emotiva, quello che la coerenza è per la vita intellettuale: una semplice confessione di fallimento. (O. Wilde)

4

Quanto alla fedeltà, non c'è animale al mondo traditore quanto l'uomo. (Michel de Montaigne)

5

Quanto poco c'è da fidarsi di una donna che si fa cogliere in flagrante fedeltà ! Oggi fedele a te, domani ad un altro. (Karl Kraus)

FEDRO

1

Chi aiuta i malvagi, alla fine avrà a dolersi. (Fedro)

2

Chi gode di sentirsi esaltare con parole adulatrici, ne porta poi la pena con tardo pentimento e con vergogna. (Fedro)

3

Chi manca di valore e tuttavia esalta le sue opere, inganna chi non lo conosce, ma viene deriso da chi sa valutarlo. (Fedro)

4

Chi non si adatta alla gentilezza, per lo più paga il fio della propria superbia. (Fedro)

5

Chi si affida per aiuto all'improbo, mentre cerca soccorso, trova la sua rovina. (Fedro)

6

Chi è stato trovato bugiardo una volta, anche se dice il vero non è creduto. (Fedro)

7

Comune è il nome di amico, ma la fedeltà è rara. (Fedro)

8

Di tanto in tanto bisogna dar riposo all'animo, affinché poi sia più sveglio nel pensare. (Fedro)

9

Giustamente può essere deriso chi, privo di valore, fa lo spaccamontagne. (Fedro)

10

Ho trovato spesso persone belle ma pessime di cuore, e molte ne ho trovate di ottime, sebbene avessero brutto volto. (Fedro)

11

Il debole, quando vuole imitare il potente, va in rovina. (Fedro)

12

Il successo apre a molti la via della perdizione. (Fedro)

13

L'alleanza con il potente non è mai sicura. (Fedro)

14

L'uomo astuto, quando si trova in qualche pericolo, suole uscirne con danno degli altri. (Fedro)

15

L'uomo dotto ha sempre con sé le sue ricchezze. (Fedro)

16

La fortuna dei malvagi è una brutta seduzione per molti. (Fedro)

17

La mediocrità è al sicuro; le grandi ricchezze sono esposte ai pericoli. (Fedro)

18

La mente dovrebbe ogni tanto trovare qualche distrazione, perché con ciò possa meglio rivolgersi al pensiero. (Fedro)

19

La temerarietà a pochi è utile, a molti nociva. (Fedro)

20

La vita è un giusto miscuglio di dolori e di gioie. (Fedro)

21

Le carezze dell'uomo malvagio nascondono inganni. (Fedro)

22

Le cose non sono sempre tali quali si mostrano; il loro primo aspetto inganna molti; poche menti scoprono ciò che l'industria nasconde nell'intimo di esse. (Fedro)

23

Le ricchezze sono giustamente disprezzate dall'uomo saggio, perché uno scrigno ricco impedisce la lode genuina. (Fedro)

24

Loda ciò che fummo, se non ti piace ciò che siamo. (Fedro)

25

Nei mutamenti di governo i poveri spesso non cambiano che il nome del padrone. (Fedro)

26

Nessuno è abbastanza difeso contro i potenti. (Fedro)

27

Non aspirare a ciò che non ti è stato dato, affinché la tua speranza delusa non abbia motivo di lamentarsi. (Fedro)

28

Non provvedere a sé stesso e pretendere di consigliare agli altri, è cosa stolta. (Fedro)

29

Non sempre le cose sono come sembrano. (Fedro)

30

Non è ancora matura [l'uva]: non voglio prenderla acerba. (Fedro)

31

Perde giustamente il proprio chi brama l'altrui. (Fedro)

32

Preferisco non regnare, piuttosto che perdere la libertà. (Fedro)

33

Quando i potenti litigano, ai poveri toccano i guai (Fedro)

34

Quando non abbiamo cose di maggiore importanza, giochiamo con la penna. (Fedro)

35

Quelli che danno consigli insidiosi a uomini prudenti, perdono il tempo e sono oggetto di beffe e di riso. (Fedro)

36

Si vergogni la fortuna del suo delitto. (Fedro)

37

Sono gli umili che soffrono, quando i potenti sono in discordia. (Fedro)

38

Sopporta che ti siano pari nella dignità, quelli che sono di meno di te nel valore. (Fedro)

39

Spesso si scopre esser più utili le cose da noi disprezzate che quelle apprezzate. (Fedro)

FELICE

1

Ama ciò che ti rende felice, ma non amare la tua felicità. (Gustave Thibon)

2

Chi non si ritiene molto felice, anche se è padrone del mondo, è un poveretto. (Seneca)

3

E' preferibile la mestizia al riso, perché sotto un triste aspetto il cuore è felice. (Ecclesiaste)

4

E' veramente felice e padrone di sé chi aspetta il domani senza preoccupazione: se uno dice: "Ho vissuto", ogni giorno alzarsi al mattino gli appare come un guadagno. (Seneca)

5

Felice chi conosce gli dei agresti. (Virgilio)

6

Felice chi ha potuto conoscere le cause delle cose. (Virgilio)

7

Felice chi sta lontano dagli affari. (Orazio)

8

Felice colui che viene ammaestrato direttamente dalla verità, così come essa è, e non per mezzo di immagini o di parole umane; ché la nostra intelligenza e la nostra sensibilità spesso ci ingannano, e sono di corta veduta. (T. da Kempis)

9

I giorni di una vita felice sono contati, ma un buon nome dura sempre. (Siracide)

10

Il culmine di una vita felice è una sicura tranquillità e una inalterata fiducia in essa. (Seneca)

11

L'opinione di Cesare fu che la morte meno aspettata era la più felice e la più lieve. (Michel de Montaigne)

12

La natura ha fatto l'uomo felice e buono, ma la società lo deprava e lo rende miserabile (Jean-Jacqques Rousseau)

13

La prudenza è un modo di comportarsi che preserva la vita, anche se spesso non la rende felice. (Samuel Johnson)

14

La terra è madre di tutti e tutti devono avere su essa eguali diritti. È come sperare che i fiumi possano andare contro corrente il credere che un uomo nato libero possa essere felice, quando lo si costringe e quando gli si toglie la libertà di andare dove vuole. (Joseph - Capo pellerossa)

15

Libertade felice non rende / se non cresce fra miti costumi; / la sua luce più vivida splende / dove han loco virtude ed amor. (I. Rossi).

16

Nessun uomo è felice, da sposato, se deve bere del gin peggiore di quello che era solito bere da scapolo. (Henry Louis Mencken)

17

Nessuno ha il diritto di essere felice da solo. (R. Follereau)

18

Nessuno può essere definito felice prima che sia morto. (Solone)

19

Nessuno può vivere felice se bada solo a sé stesso, se volge tutto al proprio utile: devi vivere per il prossimo, se vuoi vivere per te. (Seneca)

20

Non definire un uomo felice finché non muore: tutt'al più, egli è fortunato. (Solone)

21

Non privarti di un giorno felice; non ti sfugga alcuna parte di un buon desiderio. (Siracide)

22

Non puoi credere che uno diventi felice se rende infelici gli altri. (Seneca)

23

Per un matrimonio felice in genere ci vogliono più di due persone. (O. Wilde)

24

Quante assurdità si dicono sui matrimoni felici! Un uomo può essere felice con qualsiasi donna, finché non ne è innamorato. (O. Wilde)

25

Quanto è insensato l'oratore che si allontana felice per gli applausi di un pubblico ignorante! (Seneca)

26

Ricordati che il problema più importante che devi risolvere nella tua vita è quello di salvarti l'anima; solo salvandola, sarai eternamente felice. (G. Nardi)

27

Sappi che il dolore, quando dura, è sopportabile e, quando è forte, è di breve durata; e ricordati che il saggio è felice anche tra i tormenti. (Epicuro)

28

Sarai sempre felice, la sera, se avrai spesa la giornata fruttuosamente. Vigila su te stesso, scuoti e ammonisci te stesso; checché facciano gli altri, non dimenticare te stesso. Il tuo progresso spirituale sarà pari alla violenza che avrai fatto a te stesso. (T. da Kempis)

29

Solo per oggi non avró paura e specialmente non avrò paura di essere felice, di godere la vita, di amare e di credere che quelli che amo mi amano. (Giovanni XXIII)

30

Un cuore sereno è anche felice davanti ai cibi, quello che mangia egli gusta. (Siracide)

31

Un Oscar, il sesso, un gelato e una pizza... Se avessi questo ogni giorno per il resto della mia vita sarei felice. (Dustin Hoffman)

32

Un uomo può essere felice con qualsiasi donna, purchè non ne sia innamorato. (O. Wilde)

FELICEMENTE

1

Al cielo rivolgi continue preghiere e sospiri e lacrime, affinché, dopo la morte, la tua anima sia degna di passare felicemente al Signore. (T. da Kempis)

2

Dicendo che non dormo con uomini sposati, intendo dire che non dormo con uomini felicemente sposati. (Britt Eckland)

FELICI

1

Condividere significa moltiplicare le possibilità di essere felici. (Dugpa Rimpoce)

2

Il segreto per essere infelici è di avere il tempo di chiedersi continuamente se si è felici o no. (George Bernard Shaw)

3

Impariamo a non lasciarci abbagliare dall'ingegno, dalla gloria, dai falsi splendori. Lodiamo ed ammiriamo chi rende gli uomini felici. Condanniamo sempre e teniamo in dispregio chi invece li fa miseri e sventurati (M. D'Azeglio)

4

Lo scapolo è colui il quale, per non fare infelice una sola donna, sceglie di renderne tante felici. (Gardel)

5

Molte volte ci crediamo poco felici, perché non abbiamo tutti quei beni che desideriamo; e non riflettiamo ai molti mali di cui siamo esenti, dei quali se uno ci sopravvenisse, stimeremmo felicità somma essere liberati. (R. Lambruschini).

6

Nessuno è più infelice che la maggior parte di quelli che sono generalmente ritenuti felici. (Seneca)

7

Non basta essere felici. Bisogna pure che gli altri siano infelici. ((J. Renard)

8

Non credere che si possa diventare felici procurando l'infelicità altrui (Lucio Anneo Seneca)

9

Non meravigliarsi di niente: questo è forse il solo, unico principio che possa rendere felici. (Orazio)

10

Pecca di semplicismo chi considera felici gli uomini ricchi e potenti. Sono piuttosto infelicissimi e sciagurati, perché posseggono i beni del mondo e li adoperano per il vizio e l'iniquità. (Teodoreto)

11

Poche persone riescono a essere felici senza odiare qualche altra persona, nazione o credo (Bertrand Russell)

12

Quando siamo felici, siamo sempre buoni, ma quando siamo buoni non sempre siamo felici. (O. Wilde)

13

Quante assurdità si dicono sui matrimoni felici! Un uomo può essere felice con qualsiasi donna, finché non ne è innamorato. (O. Wilde)

14

Quanto si ingannano quegli uomini che bramano di spingere il loro dominio al di là del mare e pensano di essere veramente felici se occupano militarmente molte regioni e alle vecchie ne aggiungono di nuove, e sono ignari di quale sia quello straordinario potere, pari al potere degli dei: il dominio di sé stessi è il più grande dominio. (Seneca)

FELICITÀ

1

Ama ciò che ti rende felice, ma non amare la tua felicità. (Gustave Thibon)

2

Amare è mettere la nostra felicità nella felicità di un altro. (G. W. von Leibnitz)

3

Esercitare liberamente il proprio ingegno, ecco la vera felicità. (Aristotele)

4

Felicità sta nel conoscere i propri limiti ed amarli (Romain Rolland)

5

Il denaro non dà la felicità. Figuriamoci la miseria (W.Allen)

6

Il ricordo della felicità non è più felicità; il ricordo del dolore è ancora dolore. (Byron)

7

L'anima è più forte di ogni fortuna, indirizza da sé le cose in un senso o nell'altro ed è causa della propria felicità o infelicità. (Seneca)

8

L'ignoranza è la madre della felicità e della beatitudine sensuale. (Giordano Bruno)

9

L'unica vera felicità è l'ignoranza. (G. Thomas)

10

L'uomo è nato a vivere per gli altri e solo in ciò può ritrovare la sua felicità; esso è fatto dalla natura in maniera che tutto quello che nella sua vita intellettuale e morale non riesca a santificar col dovere resta profanato e decade. (P. Villari)

11

La felicità ci ferisce. (Michel de Montaigne)

12

La felicità consiste nel conoscere i propri limiti e nell'amarli (Romain Rolland)

13

La felicità dell'uomo moderno: guardare le vetrine e comprare tutto quello che può permettersi, in contanti o a rate (Erich Fromm)

14

La felicità dell'uomo sposato dipende da chi non ha sposato. (O. Wilde)

15

La felicità di ciascuno è costruita sull'infelicità di un altro. (Ivan Sergeevic Turgenev)

16

La felicità non consiste nell'acquistare e nel godere, ma nel non desiderare nulla, perché consiste nell'essere liberi (Epitteto)

17

La felicità non è un traguardo, ma un metodo di vita. (Burton Hills)

18

La felicità rende l'uomo pigro (Tacito)

19

La felicità è come la salute: se non te ne accorgi vuol dire che c'è. (Ivan Sergeevic Turgenev)

20

La felicità è costellata di sventure evitate (A.Karr)

21

La felicità è fatta di infelicità evitate (Alphonse Karr)

22

La felicità è sempre soggetta all'invidia: la sola miseria non è invidiata da nessuno. (Socrate)

23

La felicità è un gioire quieto duraturo per piccoli eventi (Pam Brown)

24

La felicità è una salute buona e una memoria cattiva. (Ingrid Bergmann)

25

La felicità? Poter avere una moglie non troppo dotta, notti senza insonnia e giornate senza liti (Marziale)

26

La nostra invidia dura sempre più a lungo della felicità di quelli che invidiamo (François de La Rochefoucauld)

27

La vera felicità costa poco; se è cara, non è di buona qualità. (François Auguste Visconte di Chateaubriand René)

28

La vera felicità proviene da un senso di pace e appagamento interiori, che a sua volta si ottiene coltivando altruismo, amore, compassione e grazie all'eliminazione di rancore, egoismo e avidità. (Dalai Lama)

29

Molte volte ci crediamo poco felici, perché non abbiamo tutti quei beni che desideriamo; e non riflettiamo ai molti mali di cui siamo esenti, dei quali se uno ci sopravvenisse, stimeremmo felicità somma essere liberati. (R. Lambruschini).

30

Nelle cose che dopo lungo desiderio si ottengono, non trovano quasi mai gli uomini né la giocondità né la felicità che prima si erano immaginati (F. Guicciardini).

31

Non abbiamo il diritto di consumare felicità senza produrne, proprio come non abbiamo il diritto di consumare ricchezza senza guadagnare. (G. B. Shaw)

32

Non ho mai cercato la felicità. Chi la vuole? Ho cercato il piacere. (O. Wilde)

33

Non si può dire che un'atmosfera di alta moralità sia molto propizia alla salute, o alla felicità (Oscar Wilde)

34

Per la felicità non occorre che l'uomo possieda beni terreni in sovrabbondanza; basta averne una modesta quantità, giacché la vita di quaggiù è veramente una misera cosa. (T. da Kempis)

35

Scegli la strada in salita, è quella che ti porterà alla felicità. (Jean Salem)

36

Si dice che il denaro non dà la felicità. Senza dubbio ci si riferisce al denaro degli altri (Sacha Guitry)

37

Si gusta doppiamente la felicità faticata. (B. Gracian)

38

Strappa all'uomo medio le illusioni di cui vive e con lo stesso colpo gli strappi la felicità (Henrik Ibsen)

39

Tutti coloro che conquisteranno la gioia dovranno dividerla. La felicità è nata gemella. (Lord Byron)

40

Un sorriso non costa nulla, ma vale molto. Arricchisce chi lo riceve e chi lo dona. Non dura che un istante, ma il suo valore è talora eterno. Nessuno è tanto ricco da poterne fare a meno, e nessuno è talmente povero da non poterlo dare. In casa porta felicità, nella fatica infonde coraggio. (P. Faber)

41

Un'inquietudine impotente ci tormenta, e andiamo per acque e terre inseguendo la felicità. Ma ciò che insegui è qui, se non ti manca la ragione. (Orazio)

42

Una donna che deve scegliere tra la felicità in amore e la ricchezza sceglie ambedue. (Félicien Marceau)

43

Vivere per gli altri, non è soltanto la legge del dovere, è anche la legge della felicità (Auguste Comte)

FEMMINA

1

La donna che non riesce a rendere affascinanti i suoi errori, è solo una femmina (Oscar Wilde)

2

Ogni volta che si rivolge una parola ad uno schiavo, dev'essere un ordine, non si deve mai e per nessuna ragione scherzare con lui, sia egli maschio o femmina. (Platone)

FERISCE

1

Il gentiluomo è uno che non ferisce mai involontariamente i sentimenti altrui (Oliver Herford)

2

La felicità ci ferisce. (Michel de Montaigne)

FERMARSI

1

Chi non è più capace di fermarsi a considerare con meraviglia e venerazione è come morto: i suoi occhi sono chiusi. (Albert Einstein)

2

Eloquenza è dire la cosa giusta e fermarsi. (L. L. Levinson)

3

In nessun caso l'uomo sa fermarsi al punto del suo bisogno. (Michel de Montaigne)

4

Per chi aspira al primo posto non è indecoroso fermarsi al secondo o al terzo. (Marco Tullio Cicerone)

FERMEZZA

1

Mi riservo, con fermezza, il diritto di contraddirmi. (Paul Claudel)

2

Non avere niente che ci infiammi e ci sproni, niente che metta alla prova la nostra fermezza d'animo con le sue minacce e i suoi assalti, ma giacere in una tranquillità imperturbata non è quiete: è apatia. (Seneca)